Progetto Almax

15112015

2013 Giugno - Cantautore - MARTINO ADRIANI

Ciao Martino, ti ringraziamo per la tua partecipazione su Almax  Magazine di cui siamo onorati. Il tuo percorso artistico? Ho iniziato nel 2007 con una band folk-rock. Eravamo i ''Lacio Drom'',(non una tribute band dei Litfiba da come si può immaginare,semplicemente ci piaceva il significato di quelle parole, ovvero ''Buon viaggio''). Non durò molto questa esperienza: il tempo dei primi live nelle piazze, della prima registrazioni in studio, e il ''buon viaggio'' finì lì. Dopo un anno di inattività mi ritrovai col chitarrista della vecchia band, per dar vita ad un progetto acustico, ''Makkia y Amigo''. Si iniziò a suonare nei locali e a qualche manifestazione. Breve anche questa formazione..passa qualche mese e conosco Antonio Leonardis, fisarmonicista. Con questo progetto,''Makkiato Freddo'', si inizia a suonare un pò di più e si esce per le prime volte dal territorio cilentano. Altro cambio di formazione!!!A fine 2011 la mia chitarra si unisce a quella di Manuele Scandizzo, mio vecchio amico: ecco i Makkiato a puà (Notate il nome''Makkia'' ovunque? Era il mio ''vecchio'' nome d'arte). Intensa e molto coinvolgente questa esperienza, con belle gratificazioni avute grazie a ''Marika discarica'', canzone/protesta contro la costruzione di una discarica nel Parco Nazionale del Cilento. Manuele si trasferisce a Barcellona e io a Salerno per lavoro. Ed è lì che intraprendo la strada da solista: io,la mia armonica e la mia chitarra. Per un po vado avanti così, ma a breve ho il piacere di conoscere Daniele Brenca (Bassista fra i tanti di Eugenio Bennato, Pietra Montecorvino), che diventerà mio compagno di ''duo''. Con lui inizio anche a lavorare al mio primo MiniAlbum ''Non date retta a me'', che prenderà vita nell'agosto del 2012. Influenze musicali? Senza dubbio i grandi cantautori della musica italiana, Giorgio Gaber e Rino Gaetano su tutti. E c’è il rock dei Marlene Kuntz ad impreziosire le mie giornate oramai da anni. Poi, ho un a folle adorazione per Elio e le Storie Tese. Come nascono tue sonorità? Le mie sonorità nascono un po’ per caso. Dipende da cosa mi capita in determinati periodi di vita. Sto lì, chiuso in stanza, con la mia chitarra, coi miei pensieri, con le mie paranoie, con le mie illusioni e le mie sigarette… e quando esco dopo un’ora può essere che non sono solo ma con una nuova canzone in bagaglio. E' più importante un buon cd o tanta esibizione live? Ehm, più importante un buon cd o tanti live…? Un buon cd che ti faccia fare tanti live! Che valenza ha l'aspetto estetico sul palco? Beh, l’aspetto estetico oggi un po’ conta, vogliono la ‘’faccia che sfondi’’ o cazzate così… Chi si occupa della tua sponsorizzazione? Principalmente io stesso! Che opinione hai a riguardo del panorama artistico musicale in Italia? Io sono un nostalgico, e per questo non sono così felice delle strade che sta imboccando la musica italiana oggi, nonostante di roba buona ce ne sia tanta. Ma nasceranno più gente come Gaber,Dalla,Battisti, De Andrè??? Ci saranno più gruppi come Le Orme,l a Pfm? O come i Cccp, i Marlene Kuntz, i primi Litfiba??? Insomma, guardo l’attuale panorama italiano e mi viene da piangere. Come mai viene dato così poco spazio agli esordienti? Mai fatto provini in qualche Talent show? Perchè? Viene dato poco spazio agli emergenti proprio perché oramai vanno di moda questi Talent, solo lì puoi farti vedere davvero ed è lì che fanno nascere i nuovi ‘’prodotti musicali fatti ad arte’’, e ti rispondo alla domanda successiva, non ho mai fatto un provino per Amici ecc.ecc., semplicemente perché credo che né la mia musica né la mia persona siano adatti a tali Show. Rapporto con i fan? Molto buono. E questa è la cosa più bella! Più soddisfazioni o più delusioni inseguendo la musica? Beh, se devo dir la verità, tante soddisfazioni nel mio piccolo,poche delusioni. Credi nella discografia Italiana? Non credo molto nella discografia italiana, per il discorso che facevo prima sui ‘’prodotti fatti ad arte’’. Oramai puntano tutte lì.  Sogni nel cassetto? Non ho un vero e proprio sogno nel cassetto. Non sogno Sanremo o il concerto del Primo Maggio. Certo, mi piacerebbe riuscire ad arrivare a palchi più ‘’grossi’’ un giorno, quello si, ma per adesso ciò che è importante per me è suonare spesso, far si che più persone ascoltino la mia musica, e magari riuscire a regalare qualche emozione di qua e di là. Progetti futuri ed aspettative? Come dicevo, vivo alla gionata, non ho chissà quali aspettative. Progetti futuri? Un secondo disco il prima possibile!  Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima. [Intervista di: Alessia Marani – Almax]  

SFOGLA IL MAGAZINE  

Lascia un commento