Progetto Almax

15112015

2013 Luglio - "BIG" Cantautore - MAX PANCIONI TRIO

Ciao Max, ti ringraziamo per la tua partecipazione su Almax  Magazine di cui siamo onorati. Percorso artistico? Ho cominciato a suonare il pianoforte all' età di 6 anni, e o studiato il classico su questo strumento fantastico fino all' età di 16 anni, quando ho realizzato che per agganciare le ragazze sulla spiaggia ci voleva qualcosa di più leggero... allora sono passato alla chitarra! Influenze musicali? Sicuramente Beethoven, Chopin, e Bach, per il classico, poi ho cominciato ad amare i Beatles a 12 ani, e dopo aver letto che loro erano partiti con il primo rock'n'roll di Elvis, sono andato a cercare fra i dischi di mio padre, e sono rimasto fulminato, in assoluto da quel sound cosi fresco e allo stesso tempo aggressivo. Come nascono tue sonorità? Le mie sonorità sono molto semplici ma alo stesso tempo complicate, perchè suonando rockabilly non hai bisogno di tante cagate elettroniche, piuttosto di un buon studio con una bella stanza di ripresa ove permea una vera acustica, e poi possibilmente le macchine devono essere analogiche, niente o poco digitale per questi suoni. E' più importante un buon cd o tanta esibizione live? Per ciò che riguarda la nostra musica sicuramente l'aspetto live è molto importante, spesso prima di andare in studio suoniamo molto live i nuovi pezzi per poi mantenere questa freschezza anche quando registriamo, devo inoltre aggiungere che spesso cerchiamo di ridurre al minimo le sovraincisioni, per cui per noi suonare bene è fondamentale, e il live in questo ci aiuta moltissimo! Chi si occupa della vostra sponsorizzazione? Discograficamente parlando  se ne occupa la“Rhythm and Bombs Records” di Londra, che ci ha fatto registrare i nostri dischi tutti in quel di Berlino. Per il Live il nostro nuovo manager adesso è Dario Perego. Che opinione hai a riguardo del panorama artistico musicale in Italia?  Negativo, non mi piace in assoluto, è tutto cosi... tipicamente italiano, if you know what I mean! Come mai viene dato così poco spazio agli esordienti? Gli esordienti adesso fanno fatica se hanno delle proprie idee, sono uccisi da tutti questi talent show del cazzo o dalle cover band o ancora peggio dalle tribute band. Mai fatto provini in qualche Talent show? No grazie a Dio, e spero di non doverlo fare mai se Dio vuole! Perchè? Perchè lo zoo lo vado a vedere al circo e non in tv! Rapporto con i fan? Fantastici grazie a Dio! Più soddisfazioni o più delusioni inseguendo la musica? Credi nella Discografia Italiana? Ho avuto moltissime soddisfazioni in più di 20 anni di carriera, ovviamente il mio è un mondo sempre underground e suonare il rockabilly in Italia è una cosa da veri foll, però và molto bene cosi e sono sempre stato soddisfatto dei risultati. l'unica delusione è essere nato in Italia! Sogni nel cassetto? Stiamo preparando un disco nuovo e spero che vada bene come gli altri. Progetti futuri ed aspettative? Di continuare a suonare cosi con amore e dignità la nostra musica senza dover scendere a troppi compromessi, con questa triste realtà italiana! Ovviamente se Dio vuole! Grazie.  Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima.  [Intervista di: Progetto Almax] 

SFOGLA IL MAGAZINE  

Lascia un commento