Progetto Almax

15112015

2013 Luglio - "BIG" Musicista - ROBERTO GALLI

Collaborazioni con: Beth Hart, Paul Gilbert, Richie Kotzen, George Lynch, Stef Burns, Timothy Drury, Michele Luppi, Alex De Rosso, Roberto Tiranti, Danger Zone, Morphology, Umberto Tozzi, Ivana Spagna.

BASSISTA: Roberto Galli nasce a Cremona, Italia, comincia lo studio del basso elettrico nel 1990. Dopo le consuete esperienze locali, nel 1995 diventa musicista professionista e turnista: 5 anni di tour europei e italiani con IVANA SPAGNA, 3 anni di tour mondiali ed europei con UMBERTO TOZZI. Dopo tutto questo, Robby inizia molte collaborazioni nella scena rock italiana e internazionale: possiamo ascoltarlo su STRIVE il primo album solista di MICHELE LUPPI, e nell'album dei MORPHOLOGY. Ha contribuito alla realizzazione dell'album KING OF BALANCE, "a rockwalk through the TOTO years" (con la partecipazione tra gli altri di Alex Derosso, Stef Burns, Timothy Drury, Michael T. Ross, Roberto Tiranti, Michele Luppi) suonando tutte le tracce. Ha collaborato all'album dei MILAGRO “Dieci Gocce di Veleno” e all'album di DAVE ROX (prodotto da Michele Luppi). Dal 2007 abbiamo visto Robby suonare "on stage" con alcuni tra i più grandi chitarristi della scena rock mondiale, come PAUL GILBERT, GEORGE LYNCH e RICHIE KOTZEN. Nel 2010 entra a far parte della line up ufficiale dei DANGER ZONE. Nel 2012 ha partecipato alla 10° edizione dell'Euro Bass Day come dimostratore dei bassi Lakland e degli amplificatori EBS. Il 7 aprile 2013 accompagna la cantante statunitense BETH HART in un live alla trasmissione televisiva "Quelli Che Il Calcio" su RAI DUE. 

Ciao Roberto, ti ringraziamo per la tua partecipazione su Almax  Magazine di cui siamo onorati. Come ti sei avvicinato alla musica? Il tuo percorso artistico?  Ho iniziato lo studio del basso elettrico nel 1990. Dopo le consuete esperienze locali, nel 1995 divento musicista professionista e turnista: 5 anni di tour europei e italiani con IVANA SPAGNA, 3 anni di tour mondiali ed europei con UMBERTO TOZZI. Dopo tutto questo, inizio molte collaborazioni nella scena hard rock italiana: STRIVE, il primo album solista di MICHELE LUPPI, e l'album dei MORPHOLOGY. Ho contribuito alla realizzazione dell'album KING OF BALANCE, "a rockwalk through the TOTO years" (con la partecipazione tra gli altri di Alex Derosso, Stef Burns, Timothy Drury, Michael T. Ross, Roberto Tiranti, Michele Luppi) suonando tutte le tracce. Ho collaborato all'album dei MILAGRO “Dieci Gocce di Veleno” e all'album di DAVE ROX (prodotto da Michele Luppi). Dal 2007 ho suonato "on stage" con alcuni tra i più grandi chitarristi della scena rock mondiale, come PAUL GILBERT, GEORGE LYNCH e RICHIE KOTZEN.Nel 2010 entro a far parte della line up ufficiale dei DANGER ZONE.Nel 2012 ho partecipato alla 10° edizione dell'Euro Bass Day come dimostratore dei bassi Lakland e degli amplificatori EBS. Il 7 aprile 2013 accompagno la cantante statunitense BETH HART in un live alla trasmissione televisiva "Quelli Che Il Calcio" su RAI DUE. Influenze musicali? Sono cresciuto con l'hard rock degli anni '80 e in questi ultimi anni mi sono avvicinato alla fusion e al jazz.  Che valenza ha l'aspetto estetico sul palco? L'aspetto estetico è molto importante a livello artistico per  tturare l'interesse e coinvolgere. E' più importante un buon cd o tanta esibizione live? Un buon cd ha bisogno di essere presentato attraverso il maggior numero di live possibili e per poter presentare live di qualità è necessario un prodotto discograficamente impeccabile, direi che le due cose sono complementari e imprescindibili l'una dall'altra. Chi si occupa della tua sponsorizzazione? Preferisco non avere vincoli con marchi per non essere legato ad una tipologia di strumenti che limiterebbero la scelta delle sonorità che vorrei usare.Che opinione hai a riguardo del panorama artistico musicale in Italia? Come mai viene dato così poco spazio agli esordienti? In Italia il panorama è vastissimo e al suo interno possiamo trovare ottimi artisti come artisti meno buoni, ma credo sia così un po' dovunque. Non condivido la politica dei talent perchè credo ancora forse sbagliando nella gavetta, entrando nel mondo della musica con esperienze locali, e salendo pian piano solo successivamente a tutte le fasi previste in seguito. Più soddisfazioni o più delusioni inseguendo la musica? La musica è una soddisfazione costante e quotidiana, e il fatto di poter vivere di quello che amo è già di per  sè una enorme soddisfazione.Sogni nel cassetto? La massima aspirazione per un musicista è quella di suonare con i propri idoli, e anch'io condivido in pieno questo desiderio e metto il massimo impegno per realizzare questo sogno! Progetti futuri ed aspettative? Di imminente uscita il secondo disco composto da brani inediti della band MORPHOLOGY, un altro album con i DANGER ZONE e speriamo il tutto seguito da buoni tour, tanti fans e un ottimo riscontro di critica e di pubblico. Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima. [Intervista di: Alessia Marani – Almax]  

SFOGLA IL MAGAZINE 

Lascia un commento