Progetto Almax

15112015

2013 Luglio - "BIG" Musica - GIUSEPPE POVIA

Ciao Giuseppe, ti ringraziamo per la tua partecipazione su Almax  Magazine di cui siamo onorati. Come ti sei avvicinato alla musica? La musica mi è sempre piaciuta fin da quando ero piccolo, poi all'età di quattordici anni ho comprato un libretto in edicola che si chiamava: "Chitarristi in 24 ore" ed ho cominciato a suonare la chitarra da autodidatta, cercando di imparare le canzoni dei miei artisti preferiti: Battiato, Baglioni, Gaetano, Vasco, Zucchero. Il tuo percorso artistico, la tua formazione? Non è stato un percorso facile perché non ho mai avuto raccomandazioni e non sono figlio d'arte. Mi sono iscritto a tutti i concorsi possibili e immaginabili in Italia fino a quando all'accademia di Sanremo nel 1998 ho conosciuto Giancarlo Bigazzi, grande autore e produttore. Da lì abbiamo cominciato un percorso insieme facendo uscire il mio primo singolo: "E' vero" nel 2000. La canzone piacque molto a Linus di Radio DJ e diventò un successo nell'estate in corso. Poi nel 2003 mi sono staccato da Giancarlo e mi sono presentato al Premio Musicultura città di Recanati e Macerata, vincendolo con il brano: "Mia sorella". Nel 2005 ho presentato a Sanremo: "I bambini fanno oh" e da lì ho capito che per me fosse possibile vivere facendo il cantautore. Nel 2006 vinsi il Festival di Sanremo con: "Vorrei avere il becco". Nel 2009 mi classificai al secondo posto, sempre a Sanremo, con: "Luca era gay", vincendo il premio sala stampa radio e Tv e nel giugno successivo il premio Mogol. Nel 2010 conquistai il quarto posto a Sanremo con: "La verità" e ricevendo "il premio della vita" che ritirerò a febbraio prossimo. I miei album sono: "Evviva i pazzi che hanno capito cos'è l'amore" 2005 "I bambini fanno oh la storia continua" 2006 "La tavola rotonda" 2007 "Centravanti di mestiere" 2009 "Scacco Matto" 2010 "I bambini fanno rock" 2012 Attualmente è in rotazione nelle radio: "Siamo Italiani" un brano di speranza per la nostro Paese, sempre trattato male, come non dovrebbe. Tu sei autore e interprete dei brani che esegui. Esiste per caso un/una cantante per cui vorresti scrivere una canzone? Sì, mi piacerebbe scrivere un brano per Giorgia. Vuoi parlarci del tuo ultimo lavoro discografico? “Siamo Italiani” parla della nostra forza, poiché, nonostante i cazzotti presi non andiamo mai a tappeto e troviamo sempre la forza per tirarci di nuovo su. Siamo inventori di moltissime cose che hanno fatto progredire il mondo, tra cui la radio e il telefono, e abbiamo creato movimenti culturali e di pensiero come il Rinascimento, senza tralasciare la letteratura e ogni forma d’arte. E' un messaggio di speranza per stimolare e sensibilizzare soprattutto chi ci amministra a cercare di fare qualcosa per rialzare la nostra economia e il nostro tenore di vita ormai allo stremo. Il brano che ti ha reso famoso, “I bambini fanno oh!”, ha avuto, fin da subito, straordinario successo. E’ stato difficile, poi, non essere identificato esclusivamente con quella hit? Io spero di essere riconosciuto sempre per: "I bambini fanno oh" perché è un brano eterno. Ci sono sempre più persone che mi seguono e che scoprono molte canzoni che non sono divenute hit ma piacciono molto ugualmente e mettono voglia di partecipare ai concerti e conoscere la persona Povia, oltre che l'artista. Qual è l'esperienza che ti ha regalato più soddisfazione, come musicista? La partecipazione mondiale al LIVE8 contro la povertà nel mondo e in Africa. Ritieni sia utile partecipare a concorsi canori e talent-show? Sì, se hai una squadra dietro che ti segue quando i riflettori si spengono. Qualche sassolino nella scarpa? Tanti… mi piacciono, così mi gratto i piedini! Un sogno nel cassetto? Veder crescere le mie bimbe in modo sano e lontane dalla Bimbominkiaggine. 10) Quali sono i tuoi progetti per il futuro? Io povierò....tu povierai....egli povierà.... Scherzo, sono appena partito con il: " Siamo italiani" Tour 2013, girerò l'Italia fino ad ottobre e poi partirò con un tour invernale nei teatri, solo chitarra e voce, che si chiamerà: "Povia in Cantautore". Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima. [Intervista di: Martina Galvani]  

SFOGLA IL MAGAZINE

Lascia un commento