Progetto Almax

15112015

2013 Agosto - Band - HOT DOG

Ciao Francesco, ti ringraziamo per la tua partecipazione su Almax  Magazine di cui siamo onorati. Percorso artistico? Ho iniziato a suonare la chitarra a 17 anni. Per me è stata sempre un'esigenza potermi esprimere attraverso la musica così, nel 2007, ho fondato la band insieme con Francesco (il bassista) ed abbiamo cominciato ad esibirci in ogni locale possibile. Ad oggi possiamo dire di aver suonato in quasi tutta Roma e per noi rappresenta un piccolo grande traguardo! Influenze musicali? Le mie influenze musicali sono molte, ma certamente il Punk è il genere che ha avuto un'ascendente maggiore sul mio modo di comporre. Posso citare tra i gruppi che più mi ispirano i Green Day, i Flatliners ed i Foo Fighters. Come nascono tue sonorità? Le mie sonorità nascono da una continua sperimentazione spinta dalla curiosità: sono sempre alla ricerca di un sound riconoscibile che possa essere associato a me o al mio gruppo, un "marchio di fabbrica" per così dire. E' più importante un buon cd o tanta esibizione live? Lascio molta importanza alla qualità, poiché è parte integrante della riuscita di un buon cd, tuttavia, credo che non si possa trascurare l'aspetto delle esibizioni dal vivo: il live è la miglior occasione per poter dare visibilità alla propria musica ed interagire con i fan. Che valenza ha l'aspetto estetico sul palco? L'aspetto estetico gioca un ruolo molto importante perché è il "biglietto da visita" con il quale il gruppo si presenta, comunque, a mio parere, deve essere sempre subordinato alla qualità dell'esecuzione dei brani. Chi si occupa della tua sponsorizzazione? L'Agoge Records, la nostra etichetta, si occupa della sponsorizzazione della band. Credo, comunque, sia importante continuare ad impegnarsi sempre in prima persona per promuovere il proprio gruppo. Mai fatto provini in qualche Talent show? Perchè? Non abbiamo partecipato a provini per un Talent show e, sinceramente, non abbiamo mai preso seriamente in considerazionequest’ipotesi. Che opinione hai a riguardo del panorama artistico musicale in Italia? Come mai viene dato così poco spazio agli esordienti? Il panorama musicale italiano è monopolizzato dalla musica Pop e, fondamentalmente, risulta essere chiuso alle novità: la scena underground, popolata da gruppi vari e validissimi, è ignorata dal grande pubblico, che preferisce fare riferimento ai soliti "grandi nomi" piuttosto che dare la possibilità agli artisti emergenti di esprimersi e comunicare qualcosa. Rapporto con i fan? Cerchiamo di mantenere con i nostri fan un rapporto diretto. A loro dobbiamo tutto perché, se non ci fossero, non avremmo ragione di esistere come gruppo ed è nostro interesse coltivare questo rapporto al meglio. Più soddisfazioni o più delusioni inseguendo la musica? Credi nella discografia Italiana? Inseguire la musica è una scelta difficile ed a volte frustrante, ma sono convinto che, per quanti ostacoli si possano incontrare lungo la propria strada, le soddisfazioni siano molte e soprattutto appaganti. L'unico errore che non si deve commettere è quello di arrendersi e non perseverare perché, senza la caparbietà, non si ottiene nulla.  Se sarà in grado di adeguarsi alle nuove esigenze del mercato musicale la discografia italiana potrà continuare ad essere un valido supporto per gli artisti e la loro musica. Sogni nel cassetto? Il sogno più grande è quello di potersi rivolgere ad un pubblico sempre più vasto ed eterogeneo. Credo sia il desiderio di ogni artista poter comunicare ed esprimere con la propria musica ciò che prova e vedere che anche altre persone condividono il messaggio che si cerca di comunicare. Progetti futuri ed aspettative? Preferiamo non essere specifici sull’argomento, possiamo soltanto dire di tenere sotto controllo la nostra pagina facebook (Hot Dog – Delicious Punk) perché ci sono delle grandi novità in arrivo! Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima.  [Intervista di: Alessia Marani – Almax]

SFOGLA IL MAGAZINE

Lascia un commento