Progetto Almax

15112015

2013 Agosto - Band - RAVING SEASON

"La prima "stagione" del progetto Raving Season risale all’inverno del 2005, nascendo dall’incontro tra le cantanti Judith e Federica con il chitarrista Sergio. L’idea era quella di fondare una band principalmente doom-death ma che fosse aperta alle varie influenze e soprattutto alla creatività di ogni componente. In questa prima fase alla sezione ritmica e alla seconda chitarra si sono alternati numerosi musicisti senza mai trovare una formazione adeguata al tipo di progetto che si voleva attuare, cosi un anno dopo dalla nascita il gruppo si scioglie ed ogni membro fondatore si dedica ai propri progetti personali. Ben 3 anni dopo il gruppo si riunisce con rinnovata carica grazie anche all’entrata del chitarrista Marco,che diventerà co-compositore dei brani insieme a Sergio;inoltre si aggiungono alla line-up un bassista e un batterista come session. Finalmente il sound della band può uscire fuori nella sua totalità,arricchito dalle maturate voci growl e lirica,nonché dalle tastiere suonate dalla stessa Judith; in pochi mesi l’ep è pronto e viene registrato nel Maggio 2009 agli Early Reflection Studios.Sempre nel 2009 si completa la nostra formazione con l'entrata definitiva del bassista Paolo (HighZed), Laura alle tastiere, pianoforte e synth e per utlimo il nostro motore ritmico, ovvero la batteria, Stefano.L'autunno del 2009 ci vede coinvolti in un' importante attività compositiva e promozionale, che aumenterà ancora di più la forza e l'unione di gruppo, volta ad esprimere con sempre più decisione i concetti del nostro primo lavoro arricchendoci di nuove sonorità e stili.Dopo 2 anni di lavoro per il nuovo disco,la ricerca di un nuovo sound , l'entrata di luca alla batteria danno alla vita "AMNIO".  Membri: Judith Clean & Lyrical- Federica Growl - Sergio Guitars - Marco Guitars - Marco Bass - Luca Drums". 

VIDEO PREVIEW  DEL NUOVO DISCO 

Ciao Raving Season, vi ringraziamo per la vostra partecipazione su Almax  Magazine di cui siamo onorati. Percorso artistico? Ognuno di noi ha avuto una differente crescita artistica e musicale. Abbiamo iniziato più o meno tutti suonando con gruppi che proponevano cover di band storiche o pezzi originali fortemente ispirati a determinate band in particolare, come spesso accade... Quello che cerchiamo di fare ora, invece, è trovare un nostro sound che ci possa distinguere. Influenze musicali?  Ogni membro dei Raving Season ha gusti e influenze molto diverse. Potrei citare Type O Negative, My Dying Bride, Katatonia, Anathema, Opeth, ma sono veramente solo una parte... Alcuni di noi amano particolarmente il prog anni '70 e anche molti artisti solisti. Ma comunque, come già detto, il nostro intento è trovare un nostro sound. Le influenze cerchiamo di tenerle sempre ben nascoste! Come nascono le vostre sonorità? La nostra musica nasce in modo molto naturale e spontaneo. Siamo continuamente a lavoro, scriviamo senza fermarci mai e al momento giusto concentriamo tutte le energie e ciò che abbiamo scritto per dare vita a qualcosa di concreto. Una delle nostre voglie maggiori è quella di rinnovarci sempre in qualche modo, trovare idee diverse e terminare i lavori sempre con qualcosa di nuovo, senza troppi limiti. E' più importante un buon cd o tanta esibizione live? Crediamo molto nella realizzazione di dischi curati al massimo, siamo molto minuziosi e cerchiamo sempre di far uscire qualcosa che ci possa diversificare dalla tanta buona musica che oggi gira, ma, anche se non sempre è facile organizzarla, crediamo che sia molto più importante svolgere molta attività live. Consideriamo infatti le esibizioni un modo sia per farci conoscere meglio, sia per incontrare il pubblico e vedere coi nostri occhi le persone che apprezzano ciò che amiamo fare. Che valenza ha l'aspetto estetico sul palco? Riguardo l'aspetto estetico della band, beh si, ha il suo peso nella resa di un buon live... Ma principalmente vogliamo dedicarci a fare della buona musica, il look del gruppo si perfezionerà col tempo. Chi si occupa della vostra sponsorizzazione? Abbiamo recentemente firmato con la My Kingdom Music, un'ottima e seria etichetta italiana. Ci promuoverà e distribuirà il nostro debut album "Amnio", in uscita il prossimo 5 agosto. Probabilmente uscirà con loro anche il prossimo disco.  Che opinione  a riguardo del panorama artistico musicale in Italia? In Italia ultimamente stanno uscende band grandiose, con idee veramente buone e talento da vendere, ma la situazione purtroppo non si muove troppo, o, se si muove, con difficoltà e tempi lunghi. Come mai viene dato così poco spazio agli esordienti?A nostro parere, oggi l'unica cosa che porta avanti una band è la passione per quello che si fa e la voglia di suonare, anche in condizioni non ottimali. Mai fatto provini in qualche Talent show? Perché? Talent show? Anche no, grazie! Ahaha J Rapporto con i fan? Cerchiamo sempre di essere più vicini possibile ai fan. Capita di parlarci dal vivo o con altri mezzi come social network ed email... Siamo orgogliosi di conoscere gente che apprezza la nostra musica e la compra, persone che ci seguono. Siamo davvero grati per la fiducia che ci danno, speriamo di mantenere sempre i nostri fan affezionati e di trovarne continuamente di nuovi! Più soddisfazioni o più delusioni inseguendo la musica? La musica, come molte cose che fanno parte della vita, è fatta di delusioni e soddisfazioni... Difficile capire quale sentimento è predominante, sopratutto per una band come la nostra che è ancora all'inizio e cerca di farsi spazio tra veramente tanti altri gruppi con gli stessi obiettivi. In ogni caso, cerchiamo di gustarci a fondo anche la più piccola soddisfazione, mentre, per quanto riguarda le delusioni, non ci abbattiamo mai: abbiamo superato moltissimi problemi e non ci siamo mai fermati. Finchè ci crediamo andremo avanti e le soddisfazioni saranno sempre di più. Credete nella discografia Italiana? Purtroppo non ci crediamo molto. Forse perchè stiamo parlando di metal che qui in italia non è assolutamente valorizzato. Sogni nel cassetto? Non siamo una band che sogna molto... ehehe... Come già detto, procediamo passo dopo passo e forse un giorno vedremo il nostro sogno ad occhi aperti. Progetti futuri ed aspettative? Ora stiamo procedendo con la scrittura del prossimo album, aspettandoci per primi qualcosa di diverso dal precedente, ovviamente... Poi cercheremo di organizzare live in giro per l Italia. Ci piacerebbe moltissimo far arrivare la nostra musica alle orecchie di qualche ascoltatore a cui non è ancora arrivata, specialmente se potrà apprezzare... Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima.  [Intervista di: Alessia Marani – Almax]

LINK

  • http://www.myspace.com/judithbandspace
  • http://www.myspace.com/marcospiridigliozzi 
  • http://www.mykingdommusic.net/index_home.htm
  • http://www.reverbnation.com/ravingseason
  • http://www.facebook.com/RavingSeasonOfficial

 SFOGLA IL MAGAZINE

Lascia un commento