Progetto Almax

15112015

2013 Ottobre - Band - LAIKA SENZA RITORNO

Ciao Laika, vi ringraziamo per la vostra partecipazione su Almax Magazine di cui siamo onorati. Percorso artistico?Mbè il nostro percorso artistico è lungo, visto le nostre varie esperienze musicali. Ma diciamo che il percorso significativo,ci ha portato a creare i Laika Senza Ritorno, che attualmente è la cima del nostro percorso. Influenze musicali? Non abbiamo una vera influenza musicale, seguiamo molti gruppi e generi diversi. Ognuno di noi viene da influenze diverse, e nasce questa alchimia che noi chiamiamo “genere Laika” perché così piace descriverci. Come nascono vostre sonorità? Le nostre sonorità nascono e cambiano prova dopo prova,ci piace assemblare il brano con calma ,prendendoci cura di ogni piccolo particolare. E' più importante un buon cd o tanta esibizione live? Siamo della teoria che il CD è la vera forma per farsi conoscere. Lo hai sempre con te: in macchina, in casa oppure lo scarichi sul cellulare o i-pod. E’ il modo più semplice e veloce per colpire l’ascoltatore. Ma in pratica, il live è la vera risorsa che và a cercare il musicista, li si trasmette adrenalina e cerchiamo di trasmetterla anche al nostro pubblico e tutto ciò è molto entusiasmante. Quindi diciamo che c’è un giusto equilibri su entrambe le cose. Che valenza ha l'aspetto estetico sul palco? L’aspetto estetico non è fondamentale alla fine è la musica quello che conta. Chi si occupa della vostra sponsorizzazione? Attualmente gestiamo tutto noi: live, internet, promozione, interviste ecc. ma non escludiamo in futuro di poterci affiancare ad un’agenzia di booking…anzi se qualcuno si vuole fare avanti! Che opinione a riguardo del panorama artistico musicale in Italia? Bella domanda! Ci sarebbe molto da dire, visto i vari problemi che costringono band come le nostre, a trovare poco spazio nel panorama italiano. In Italia le Major occupano la maggior parte del panorama musicale: tra radio, riviste e tv. Per la musica “indipendente” rimane un piccolo spazio ed è difficile entrarne a far parte. Si cerca di autoprodursi o avvolte di accorciare le strade, partecipando a contest o selezioni che credono di farti arrivare al traguardo immediatamente…ma non è così! Come in qualsiasi bella storia: bisogna stare al posto giusto al momento giusto. Come mai viene dato così poco spazio agli esordienti? A volte non si ha la pazienza di ascoltare, di aspettare prima di giudicare e spesso trovi le porte chiuse ,ancor prima di dire chi sei. In Italia bisogna migliorare questo aspetto, soprattutto parlo dei locali, che vogliono andare sul sicuro promuovendo le solite cover-band riempi locale. Ma così non si valorizza la musica, si pensa solo ai propri interessi. Quindi farei un’ applauso a tutte le persone che si impegnano e si fanno in 4, per far suonare e promuovere band emergenti! Mai fatto provini in qualche Talent show? Perché? No. Non ci interessa. Rapporto con i fan? I fan sono i nostri grandi amici, che ci seguono e ci sostengono, ed è da loro che arriva la vera grande spinta. E’ stato molto bello, in occasione del nostro live in apertura agli “Apres La Classe”, vedere tanta gente sostenerci sotto il palco. Ma il giudizio migliore è sempre di quello che non ti conosce e a fine concerto, ti fa i complimenti. Questo vuol dire che qualcosa funziona. Più soddisfazioni o più delusioni inseguendo la musica? Credete nella Discografia Italiana? Come dicevamo alla risposta precedente (quella sul panorama musicale italiano), siamo dell’idea che qualcosa bisogna cambiare nella discografia italiana. Bisogna dare più spazio alle etichette piccole o magari creare delle collaborazioni con le Major, sarebbe molto interessante vedere che tipi di risultati portano. Ho semplicemente dare altre visibilità a chi cerca di emergere, senza partecipare ai vari talent che vediamo in TV. Poi non ci sono delusioni nella musica, già proporre qualcosa di tuo, farsi sentire, farsi conoscere, farsi apprezzare è sempre una soddisfazione. Sogni nel cassetto? Tanti sogni, ma non ci sembra giusto rivelarli…se no non si realizzano! Progetti futuri ed aspettative? Stiamo lavorando sui nuovi brani e speriamo di andare in studio nei primi mesi del 2014. Dopo il nostro esordio, neanche un’ anno fa, con il nostro demo album (ascoltabile e scaricabile su https://soundcloud.com/laika-senza-ritorno )abbiamo ottenuto risultati molto positivi. Le nostre aspettative sono sempre quelle: salire su più palchi possibili, farci conoscere e apprezzare sempre di più… ma facciamo un passo alla volta! Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima. [Intervista di: Alessia Marani - Almax]  

SFOGLA IL MAGAZINE

Lascia un commento