Progetto Almax

15112015

2013 Novembre - Band - YOKOANO

Yokoano è una band italiana indipendente. Daniele Marceca con Fabio Zacchello e Dario Magri, fondendo i propri diversi background musicali, ne hanno creato una sintesi non etichettabile in un genere. Grazie a queste diversità è nata una band che presenta elementi appartenenti a diverse sfumature di rock che insieme danno vita a Yokoano. Tra il 2008 e il 2009, compongono un totale di 11 brani, la cui prerogativa è un sound diretto che alterna momenti più cupi e riflessivi a vere e proprie esplosioni di schizofrenia musicale. Nella primavera del 2010 viene pubblicato sotto l’etichetta CanapaDischi  l’album Yokoano e inizia un tour che li porta a suonare in tutta Italia condividendo il palco con artisti tra i quali SKA-P, MXPX, Linea 77, Punkreas, Ministri e molti altri ancora. Il 2011 li vede vincitori di Italia Wave Love Festival Lombardia che li porta a suonare sullo Psycho Stage del prestigioso festival nazionale. Il tour si conclude nell’autunno del 2012 per iniziare la lavorazione del secondo album Ventre". 

Ciao Yokoano, vi ringraziamo per la vostra partecipazione su Almax Magazine di cui siamo onorati. Percorso artistico?  Siamo Yokoano, un trio indipendente di rock alternativo attivo dal 2007.  Il tour del primo album omonimo, pubblicato nel 2010,  si e’ concluso nel 2012. L’ 01/11/2013 uscirà il nostro nuovo disco “Ventre”. Influenze musicali? Tutto ciò che è anima in musica. Come nascono le vostre sonorita’? In modo molto naturale e spontaneo, sperimentando sui suoni che creiamo e sentiamo sul momento, incastrando le diverse sensibilita’ musicali. E’ piu’ importante un buon cd o tanta esibizione live? Solitamente un buon live e’ il giusto coronamento di un buon disco, sono entrambi importanti perche’ messaggi di quello che pensi e senti. Che valenza ha l’aspetto estetico sul palco? L’estetica di quello che mostri non per forza rappresenta quello che sei. La vera estetica e’ quella che traspare quando suoni quello che veramente senti. Chi si occupa della vostra sponsorizzazione?  Autoprodotti al 100%, stiamo collaborando con Maninalto! per la promozione del nuovo disco. Mai fatto provini in qualche talent show? Perchè? No, non siamo interessati e non ci abbiamo mai pensato. Rapporto con I fan? E’ un rapporto di condivisione di quello che esprimi e di quello che senti, uno scambio continuo di energie.Come mai viene dato cosi poco spazio agli esordienti? Verrebbe facile dare la colpa alla crisi, la verita’ e’ che si preferisce avere un risultato mediocre ma immediato piuttosto che investire tempo e denaro in band promettenti, a discapito della qualita’ e della passione. E’ un business con la vista appannata. Fortunatamente esistono le eccezioni, ed esistono alcuni spazi per gli emergenti, ma non sono mai abbastanza!  Piu’ soddisfazioni o piu’ delusioni inseguendo la musica?  Il fuoco della musica non si spegnera’ mai, qualsiasi delusione sara’ rimpiazzata dalla soddisfazione di continuare a fare musica. Credete nella discografia italiana? La sostanza e’ dietro l’angolo ma le strade percorse purtroppo son sempre altre. Viviamo in un era di miraggi e di bugie. Sogni nel cassetto? Poter far provare a chi ci ascolta le emozioni dalle quali si sono generate le nostre canzoni. Progetti futuri ed aspettative? 01/11/2013 “Ventre” Secondo album di Yokoano. Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima. [Intervista di: Alessia Marani - Almax]  

SFOGLA IL MAGAZINE

Lascia un commento