Progetto Almax

15112015

2013 Novembre - Band - MONTAUK

« Vi è un'insistenza patologica nel riprodurre costantemente le stesse azioni nell'attesa che qualcosa di nuovo accada. È una tendenza tipica dell'essere umano. Quello che ho fatto nel mio film è stato riprodurre la vita. »  (Béla Tarr)

Ciao Montauk, vi ringraziamo per la vostra partecipazione su Almax Magazine di cui siamo onorati. Percorso artistico? qualche pelo bianco spunta e spinge verso l’alto o verso il basso viene fuori dalla nostra pelle, veniamo da sottopelle. Influenze musicali? Hardcore&softcore sono due facce di una stessa medaglia Su rockit siamo emo-punk-cantautore – e ascoltando il disco potrete capirne il perché. Come nascono vostre sonorità? Nascono in sala, l’approccio è prima istintivo, mettiamo tutto in disordine poi quando suona la campana del tempo quasi scaduto  rimettiamo tutto a posto. E' più importante un buon cd o tanta esibizione live? Non è che ci debba essere per forza qualcosa che conta di più e qualcos’altro che conta di meno … tutto è sostanziale forse. No? Che valenza ha l'aspetto estetico sul palco? Non ci interessa, l’aspetto è un riflesso di quello che è la parte istintiva di ognuno di noi sul palco. Chi si occupa della  vostra sponsorizzazione? Noi stessi. Che opinione a riguardo del panorama artistico musicale in Italia?  Boh, non saprei. Come mai viene dato così poco spazio agli esordienti? Penso sia una cosa un po’ generalizzata, sembra che facciamo fatica a far scorrere il turnover … è così anche al lavoro, all’università, una cosa che vediamo accadere spesso purtroppo.Mai fatto provini in qualche Talent show? No, Non ci interessa. Perchè? Non ci piace tutto qua. Rapporto con i fan? Abbiamo degli amici più che altro, ci piace pensare così forse degli haters, ci piace pensare così e ovviamente c’è pure dell’indifferenza e ci piace pensare così ci sono delle persone vicine e delle persone lontane. Più soddisfazioni o più delusioni inseguendo la musica? Noi ci siamo incontrati come in un matrimonio online che ha funzionato almeno fino ad oggi e questa è una soddisfazione. il dating online ha delle buone prospettive. Credete nella Discografia Italiana? Abbiamo fatto un disco proprio perché ci sentivamo di farlo e portarlo a spasso. Sogni nel cassetto? Boh… Progetti futuri ed aspettative? Non è un colloquio di lavoro… vero? Scherzo,  il disagio regna sovrano ovunque tutto è un po’ bianco e un po’ nero, ci sono aspettative positive, del tipo: magari suonassimo qui o lì o con i marnero e i crash of rhinos e delle aspettative negative: “e se ci rubassero poi gli strumenti ?” perché accade anche questo… Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima. [Intervista di: Alessia Marani - Almax]  Grazie da Montauk.

SFOGLA IL MAGAZINE

Lascia un commento