Progetto Almax

15112015

2013 Dicembre - Band - RAVENSCRY

Ciao Ravenscry, vi ringraziamo per la vostra partecipazione su Almax Magazine di cui siamo onorati.  Percorso artistico? Ognuno di noi ha un percorso artistico differente, ma che ci ha portato a essere quello che siamo oggi, Giulia viene dal Musical, io ho una formazione classica, Mauro viene da una cultura Progressive Rock, Paul arriva dal Metal in ogni sua sfaccettatura e Simon arriva dal Progressive Metal. Nessuno però disdegna lo spaziare tra diversi stili e quello che si sente sui nostri dischi è il mix di tutte le nostre influenze. Il nostro percorso artistico come gruppo è formato dalla nostra quotidianità, mettiamo in musica quello che ci troviamo a vivere ogni giorno e che osserviamo attraverso i nostri occhi dal nostro punto di vista. Infulenze musicali? Sono davvero moltissime, posso citare quelle più "spiccate" che si possono sentire nella nostra musica: Fear Factory, Soilwork, Within Temptation, Ayreon, Ludovico Einaudi, Meshuggah, ma sarebbero veramente moltissime se dovessimo elencarle tutte. Come nascono le sonorità? Le nostre sonorità nascono con il chiaro intento di creare un contrasto netto tra la voce di Giulia e la sezione strumentale. E' più importante un buon cd o tanta esibizione live? L'esibizione live ha senso se è di qualità e il CD deve essere eccellente sotto ogni punto di vista. Che valenza ha l'aspetto sul palco? La qualità è tutto, sotto ogni aspetto, dalla musica all'immagine, senza eccezioni.Chi si occupa della sponsorizzazione? Siamo completamente autoprodotti, tutto quello che puoi trovare sui Ravenscry è curato e finanziato direttamente da noi. Che opinione a riguardo del panorama artistico musicale in Italia? Il panorama artistico musicale in Italia gode di ottima salute. Come mai viene dato così poco spazio agli esordienti? Se parliamo di "spazio agli esordienti" però ci riferiamo al mercato musicale (che sia quello discografico o quello delle esibizioni dal vivo) e la situazione è completamente allo sbando; noi in Italia non abbiamo mai cercato di far nulla, non ne vale la pena di essere trattati come l'ultima ruota del carro perché "no, qua suonano solo cover band". Mai fatto provini in qualche Talent show? Perchè? No, grazie. Non abbiamo mai fatto provini per i talent show e mai li faremo, perché il talent show è una farsa. E' il tentativo (riuscito) da parte delle case discografiche di guadagnare soldi facendo promozione/selezione di artisti. I talent oggi sostituiscono a tutti gli effetti il reparto di A&R, a cosa serve fare ricerche di mercato quando puoi buttare gli aspiranti musicisti direttamente in televisione e puoi avere il feedback diretto del mercato guadagnandoci pure i soldi della pubblicità? A noi questo gioco non piace. Rapporto con i fan? Il rapporto con i fan è fantastico, ci piace molto intrattenere rapporti con loro. Più soddisfazioni o più delusioni inseguendo la musica? Non abbiamo mai inseguito la musica però, la musica non si insegue,si fa... non puoi rimanere deluso se fai quello che vuoi e lo fai come vuoi. Questo è il nostro mantra. Credete nella discografia Italiana? La discografia? E a cosa serve? Sogni nel cassetto? Nessuno, meglio viverli ogni giorno che tenerli nel cassetto a prender polvere! Progetti futuri ed aspettative? Stiamo ultimando le registrazioni del nuovo album che contiamo di far uscire nel 2014, suoneremo al PPM Fest 2014 in Belgio e non appena riusciremo ad avere il disco in mano contiamo anche di organizzare diversi tour in giro per il mondo per poter supportare l'uscita del disco... sì insomma, fermarsi è impossibile J Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima.  [Intervista di: Alessia Marani - Almax

SFOGLA IL MAGAZINE

Lascia un commento