Progetto Almax

15112015

2012 Novembre - Cantautrice - ILENIA VOLPE

ALMAX MAGAZINE

Ciao Ilenia, ti ringraziamo per la tua partecipazione su Almax Magazine di cui siamo onorati. Ci racconti del tuo percorso artistico? Ciao Ale. Sono nata con e nella musica, più che di un percorso artistico credo che si tratti di un naturale svolgimento di vita. Influenze musicali? Ho ascoltato ed ascolto molto la musica degli anni 60, 70 e 90, saltando quasi completamente gli 80. Cambio gusti ogni istante ma i miei punti fermi sono i Beatles, i Nine inch nails e i Pink floyd. Proverò a scalare mille montagne per raggiungere un 3% di ciò che rappresentano loro. Come nascono le tue canzoni e rispettive sonorità? Pensi sia più importante un buon cd o tanta esibizione live? Le mie canzoni arrivano suonando, conseguentemente direi che è necessaria tanta esibizione live per arrivare a fare un buon cd. Che valenza ha l'aspetto estetico del tuo "personaggio"? L'aspetto estetico? Quando mi sveglio la mattina e mi guardo allo specchio, mi viene solo da ridere. Hai mai fatto provini in qualche talent show? Perchè? Mai fatto provini per quella robaccia e mai ne farò: immondizia. Preferisco sprofondare nelle mie rovine piuttosto che mettere anche solo un piede in quella melma. Qual è la tua formula per sfuggire alla banalità? La banalità la si sconfigge affrontandola.  Come mai viene dato così poco spazio agli esordienti? Lo spazio per gli esordienti c'è e anche tanto. Ma viene riservato. Chi si occupa dei tuoi video e gestisce la tua sponsorizzazione? Non è semplice gestire al meglio tutto, ma finchè nessun manager crederà in me, vado avanti da sola. a pochi. Hai una invidiabile schiera di fan molto recettiva. Come vivi il rapporto con loro? Più che fans li chiamerei persone. E non c'è cosa più bella che finire il concerto e parlare con le persone. Hai avuto più soddisfazioni o più delusioni inseguendo la musica? E' la musica ad inseguire me, spero di non averla delusa ! Credi nella Discografia Italiana? Quando compro un album, è come abbracciare mia sorella, una dei grandi amori della mia vita. La discografia è ciò che ci ruota intorno e che neanche si rende conto di quell'abbraccio. Onestamente, la distrazione è reciproca. Sogni nel cassetto? Lasciare il mondo vedendo tanti bambini gioiosi e i malati di mente guariti. Progetti futuri ed aspettative? Un nuovo album, che già sto scrivendo, totalmente diverso dal primo. Aspettative? Essere odiata ancora un po’. Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima. Grazie, a presto.

EXTRA

LA MIA PROFESSORESSA DI ITALIANO

Come hai incontrato Giorgio Canali? Ho conosciuto Giorgio a Bassano del Grappa, in studio, dovevo registrare le voci per il disco degli Operaja Criminale, una band romana da lui prodotto. C'è stat subito una grande intesa, umana ed artistica. Com'è nata l'idea di fare insieme un tuo video insieme? L'idea era quella di fare un video fastidioso, con immagini molto accese, esplicite. Un video fastidioso. Giorgio vestito da prete mi sembrava perfetto. In che modo è stata selezionata la canzone: "la mia professoressa di Italiano? Non c'è stata selezione, era l'unica canzone scritta in studio, ci siamo divertiti da morire a registrarla. L'idea del suo travestimento da prete in una classe tutt'altro che cattolica cosa vorrebbe significare? Dal mio punto di vista, rappresenta il carattere di Giorgio, che può fare o dire tutto ed il contrario di tutto. Se dovessi invece tu, partecipare al video di una sua canzone quale sarebbe? Probabilmente Quello della foto", una canzone splendida. Ti ha imbarazzata o divertita la sua presenza? La presenza di Giorgio non mi imbarazza mai, piuttosto mi rende felice. Come lo definiresti in una parola? Cosa ti ha colpito maggiormente di Giorgio Canali? Sensibile. La sua sensibilità. Ed il suo modo di esprimerla. E' veramente un personaggio istrionico e preparato ai limiti del surreale, credi che potrebbe gestire con facilità anche un programma di cucina o casalingo? Ha una personalità unica e totalmente sua, sarebbe in grado di superare anche una montagna gigante, probabilmente la scaverebbe anzichè scalarla. Secondo te come saluterebbe a suo modo Almax Magazine? Fatevi fottere !!! un bacione !!! [Intervista di: Alessia Marani – Almax]

 

SFOGLA IL MAGAZINE

Lascia un commento