Progetto Almax

15112015

2013 Gennaio - Cantautore - CRISTIANO PASPO STELLA

Ciao Cristiano , ti ringraziamo per la tua partecipazione su Almax Magazine di cui siamo onorati.  Il tuo percorso artistico? La mia carriera artistica inizia nel 1999, dopo anni di studio musicale, dapprima come autodidatta e poi con l'ausilio dell'insegnante Davide Prestinari. Da sempre affascinato dalla musica d'autore, coltivo l'interesse anche per la poesia, che ha potuto sperimentare, frequentando dal 1995 al 2000, il gruppo letterario “Acarya” di Como. All'epoca seguo, con interesse, il cantautore allora promettente Davide Van de Sfroos con il quale si instaura una bella amicizia e durante la presentazione del suo primo libro “Perdonato dalle lucertole”, ha occasione di conoscere il poeta Mauro Fogliaresi. Nasce così una stretta collaborazione con Mauro Fogliaresi. Collaborazione che dura tutt'ora. Io sono un cantautore che si dedica anche al sociale: segue la dismissione dei pazienti del San Martino, Manicomio di Como, creando un Coro di ex degenti. Li farò esibire nei concerti tenuti dal cantautore mezzegrino Davide Van de Sfroos. Nel 2001 alle stampe il mio primo lavoro discografico: disco registrato dal vivo durante un concerto tenuto in un Teatro dell'alto Lario, dal titolo" Santi e passanti". Il disco vede la collaborazione sia del poeta Maurio Fogliaresi per i testi che di Vito Trombetta, poeta lacustre che più in avanti scriverà per Davide Van de Sfroos. Il disco edito dalla casa discografica Ikona non soddisfa a pieno il cantautore Cristiano Stella il quale nel 2002 da il via al progetto " P.A.S.P.O" (sigla di “pront'azione soccorso pro operaio"). P.A.S.P.O è un progetto di musica d'autore che dopo vari concerti nella zona di Como e nella vicina Svizzera e la partecipazione a concorsi nazionali, arriva nel 2005 a dare alle stampe “Il venditore di anime”, con il contributo alla batteria e a i cori dei professionisti Marco Porritiello e Michela Domenici. Il disco ha una buona spinta e riesce a superare le 1000 copie vendute grazie anche a numerosi articoli apparsi sul quotidiano “La Provincia” e “Il Corriere di Como” , ma l’unica promozione dello stesso rimangono i concerti che culminano con l'apertura del concerto degli Afterhouse per l'edizione Musica in Campo, nell'agosto del 2005. All'epoca, nella formazione, era presente il chitarrista Simone Riva con il quale si decide di avviare un progetto a due con la presenza del poeta Mauro Fogliaresi. Contemporaneamente il progetto P.A.S.P.O termina. Cristiano Stella si presenta con una nuova iniziativa: la realizzazione uno spettacolo tratto dal libro del poeta Mauro Fogliaresi, “Il libraio Annuvolato". Io e Simone Riva lavoreremo insieme al poeta alla stesura dello spettacolo giocando sul termine “Teatro canzone”. Cristiano musica un testo del poeta e riprende una sua vecchia canzone presente nel suo primo lavoro discografico. Si da alle stampe nel 2008 il CD che accompagna il libro. Dal 2008 lo spettacolo di “Teatro canzone” non mi sono più fermato ma vengo portato in giro per i Teatri. Dal 2011 lavoro alla fondazione prima del gruppo musicale "Oltre il giardino Project" collaborando ancora una volta con Mauro Fogliaresi e Simone Riva , in più l'incontro con Paolo Fan e Igor congedo e la presenza di Marta Orlando fanno partire il progetto che nasce dalla rivista "Oltre il Giardino" giornale creato al centro diurno di Como e diventa socio Fondatore dell'associazione "Oltre il giardino onlus". Il mio percorso artistico? ... sicuramente un percorso tortuoso, mi definisco cantautore per delineare un idea di canzone "alta", ho sempre pensato che la musica sia uno spazio "per le idee" e non un mero contenitore vuoto. Influenze musicali? Le mie influenze musicali hanno radici ben consolidate... i cantautori in primis: Gaber, Guccini, De andrè, Bertoli etc etc... anche se non disdegno qualche intrusione classica e jazzistica... Come nascono tue sonorità? Le mie sonorità nascono con l'ascolto continuo di suoni che poi decodifico ... E' più importante un buon cd o tanta esibizione live? Il cd è un database che va benissimo però il rapporto con il pubblico è un'altra cosa: ti da quell'emozione che un microfono di studio non fa. Che valenza ha l'aspetto estetico? Per quanto riguarda l'aspetto estetico... certo è giusto dare anche una "forma" alle idee... però le idee devono essere valide!!! Chi si occupa della tua sponsorizzazione?  Per Fortuna sono un libero artista... mi muovo promuovendo progetti che mi sembrano interessanti. Che opinione a riguardo del panorama artistico musicale in Italia? La mia opinione riguardo alla musica italiana? se dovessi ascoltare in superficie ora, mi viene da piangere. Come mai viene dato così poco spazio agli esordienti? C'è una pochezza di idee musicali, a parte i soliti nomi, e la colpa la lancio ai format , non c'è gavetta tutto è preconfezionato... però se andiamo sotto scopriamo che c'è della brace rossa sotto la cenere... ma bisogna fare attenzione a non spegnerla, va alimentato il fuoco della musica "alta". Rapporto con i fan? Più soddisfazioni o più delusioni inseguendo la musica? Credi nella discografia Italiana? I fan? l'unico Fan che conosco è il Paolo Fan , scherzo!!! Amo il pubblico, non riuscirei a stare su un palco senza questo "amore"... essere artisti senza dare emozioni , senza dare carezze, non è la mia visione... e sono loro la soddisfazione più alta , riuscire a emozionare , riflettere è una grande soddisfazione, comunque si io sono soddisfatto del mio percorso artistico anche se non credo nell'industria discografica... almeno non quella che c'è ora!!! Sogni nel cassetto? Ho ancora sogni nel cassetto.. Progetti futuri? Fare ciò che sto facendo ora!!! scrivere e cantare canzoni. Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima. [Intervista di: Alessia Marani – Almax]

SFOGLA IL MAGAZINE

Lascia un commento