Progetto Almax

15112015

2013 Febbraio - Cantautore - MASSIMO CERRITO

Almax Magazine

Ciao Massimo, ti ringraziamo per la tua partecipazione su Almax  Magazine di cui siamo onorati. Il tuo percorso artistico? Ho iniziato prestissimo a suonare e a comporre, attraverso vari percorsi, dallo scrivere canzoni, a curarne gli arrangiamenti, la passione per l'elettronica e la fusion, ho iniziato a sviluppare una mia ricerca musicale in chiave strumentale che sfocia nella collaborazione con il discografico Ravennate Luigi Mazzesi e la NLM Records che tutt'ora pubblica e distribuisce i miei lavori. Influenze musicali? Io tendenzialmente non ho pregiudizi musicali, ascolto di tutto, e sono sempre curioso di scoprire nuovi musicisti, sono influenzato dai generi più diversi, credo nella contaminazione dei generi musicali, penso che solo una musica all'insegna della contaminazione possa rappresentare il nostro tempo.. E' più importante un buon cd o tanta esibizione live? Io ho iniziato facendo tanto live, poi crescendo sono diventato più introverso e mi sono dedicato alla composizione, in definitiva si suona sia in uno studio che fuori, anche se sono emozioni diversissime tra loro. Chi si occupa della tua sponsorizzazione?In genere lo fa la mia label, ma anche io cerco di farmi conoscere attraverso gli amici che ho. Che opinione hai a riguardo del panorama artistico musicale in Italia?  Si fa dell'ottima musica in Italia a diversi livelli, anche se il panorama è apparentemente popolato dall'eccessivamente commerciale. Ma basta cercare un pò, magari attraverso non i canali usuali e si può ascoltare veramente dell'ottima musica fatta da musicisti italiani conosciuti anche all'estero. Rapporto con i fan? Sono orgoglioso delle persone a cui piace la mia musica. Facendo musica poco commerciale è la qualità del pubblico che ti ascolta che conta, e con il pubblico che ho ho un rapporto quasi confidenziale, di scambio reciproco. Più soddisfazioni o più delusioni inseguendo la musica? Credi nella discografia Italiana ? Credo di essere fortunato in questo senso perchè ho trovato nella discografia prima di tutto persone con cui dialogare e scambiare idee, parlare di musica. La musica non è mai una delusione quando si fa con passione, come a dire che l'atto della creazione vale già di per sè stesso. Sogni nel cassetto? Sono una persona molto concreta, quindi quello che mi auguro e di continuare il mio studio, la mia ricerca. Cercare di imparare ancora a esprimermi meglio e che tutto questo continui ad essere valutato positivamente da chi ascolta. Progetti Futuri ed aspettative? A fine Gennaio uscirà il mio quinto progetto. Si chiama "STYLE", è un EP in cui oltre alla ricerca armonica e melodica, ho cercato di curare il suono che risulta più maturo rispetto ai progetti precedenti, ma sempre nel solco di percorrere strade poco battute. Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima.  [Intervista di: Alessia Marani – Almax]  

SFOGLA IL MAGAZINE  

Lascia un commento