Progetto Almax

15112015

2013 Aprile - Band - MIRO’

Ciao Mirò, vi ringraziamo per la vostra partecipazione su Almax  Magazine di cui siamo onorati. Il vostro percorso artistico? I Mirò sono un gruppo musicale Rock Italiano, formatosi nel 2011 a Monza. Il nostro percorso inizia subito con eventi importanti come il concerto per i 150 anni della Repubblica nel milanese, a San Damiano. Subito dopo iniziammo ad ampliare i nostri confini, raggiungendo la Toscana, esibendoci al Teatro “Il miglio”, dove abbiamo riscontrato un grande successo pur essendo “in trasferta”. Dopo un paio di mesi ci sentivamo pronti per una nuova appentura: produrre il nostro primo CD "A luci spente", il cui nome vuole essere simbolico, evocando l’immagine delle luci spente del palco prima di un’esibizione porterà (si spera) anche noi alla ribalta, in piena luce. "A luci spente" è stato pubblicato novembre del 2011, ed abbiamo donato parte del ricavato all'associazione Onlus "Lele Forever" per la lotta contro la leucemia. Nel 2012 iniziammo il nostro tour, facendo tappa in molti importanti palchi della Lombardia e in alcuni dei locali più prestigiosi come il BLOOM (Mezzago), il LEGEND 54 (Milano), e a Marzo sbarcammo per un concerto in piazza duomo a Teramo (Abruzzo) per la raccolta fondi per la lotta al tumore con la collaborazione anche del dott. Umberto Veronesi. Nel 2013 abbiamo cambiato volto: grazie ai due nuovi chitarristi Alessandro Sulpizio, Simone Longoni ed al batterista Peppe Johnny Cassarà, abbiamo inaugurato un anno ricco di live con Il concerto a Febbraio al Lost Town di Brugherio (MB). La band è Attualmente è formata da: Voce: Fabio Ricci - Violino: Cisco - Chitarra: Alessandro Sulpizio - Chitarra: Simone Longoni - Basso: Matteo Viganò - Batteria: Peppe Johnny Cassarà. Quali sono le Vostre influenze musicali? Nessuna in particolare. Come nascono le vostre sonorità? Le sonorità dei Mirò nascono dall’unione delle singole sonorità dei componenti e dalle proprie esperienze musicali e personali. I testi e le musiche di Fabio Ricci(cantante), vengono arrangiate da tutta la band con il sound dei Mirò. E' più importante un buon cd o tanta esibizione live? Ahahahah è come dire: “E’ più bella una ragazza tutta rifatta o una ragazza naturale?” Sicuramente l’esibizione live rappresenta al 100% ciò che è una band e il suo potenziale, al contrario in un cd tutto può essere ritoccato. Il CD da un punto di vista pubblicitario è importante, perché permette ai tuoi fans di portarti sempre con sé. Ma senza esibizioni live a cosa serve un album? Un CD non potrà mai trasmettere le energie e le emozioni che si creano durante l’esibizione live.Insomma, noi preferiamo fare tanti live, divertirci e far divertire il pubblico, e farci vedere così come siamo ….senza nessun ritocco! Che valenza ha l'aspetto estetico sul palco? Sicuramente l’aspetto estetico ai giorni d’oggi è molto importante, soprattutto perché oggi non basta più fare solo buona musica, ma bisogna fare anche spettacolo. Insomma anche l’occhio vuole la sua parte.Noi cerchiamo di curare molto anche questo aspetto, che completa le nostre performance live. Chi si occupa della vostra sponsorizzazione? Attualmente siamo totalmente indipendenti, ma sempre alla ricerca di una collaborazione Discografica o di produzione. Che opinione a riguardo del panorama artistico musicale in Italia? Come mai viene dato così poco spazio agli esordienti? Mai fatto provini in qualche Talent show? Perchè? Noi crediamo di più nella gavetta, nel fare tanti live e accrescere il nostro pubblico suonando il più possibile. Rapporto con i fan? Fantastico, soprattutto perché sono loro che ci danno l’energia quando siamo sul palco e ci spingono a dare il meglio di noi. Li ricambiamo trasmettendo attraverso la musica le nostre emozioni e la carica del nostro sound. Più soddisfazioni o più delusioni inseguendo la musica? Se la musica viene coltivata come una passione, ovviamente si possono ottenere solo soddisfazioni. Le soddisfazioni per una band emergente come noi possono essere tante, dalle più semplici come sentire cantare un nostro brano dal pubblico al suonare su un grande palco in piazza duomo a Teramo davanti a migliaia di persone. L’unica delusione è vedere quante persone sfruttano le band emergenti con inutili contest per guadagnare alle loro spalle, oppure locali che discriminano i gruppi che fanno inediti (come noi) privilegiando le Tribute band. Per questo ringraziamo tutti i locali che ci hanno aperto le porte nonostante noi abbiamo scelto di perseguire la strada più dura, quella degli inediti. Credete nella Discografia Italiana ? La domanda non è se noi crediamo nella discografia italiana, ma se la discografia italiana crede nelle band emergenti e non solo nei prodotti provenienti dai talent show, che grazie alla televisione acquisiscono subito grande visibilità e quindi le case discografiche possono fare maggiori guadagni sulla vendita dei cd, sfruttando la pubblicità già fatta dalla televisione. Al contrario, sono pochi quelli che ancora credono e investono sulle band underground. Sogni nel cassetto? Lasciamoli nel cassetto e viviamo la realtà. Progetti Futuri ed Aspettative? Attualmente stiamo collaborando con la regista Veronica Talassi e la FOCS, che è uno dei partner del Progetto Almax, nella produzione del musical che ricorda la storia del Dottor Jeckyll e Mr Hyde, con incursioni su Jack lo Squartatore e sul concetto del ‘doppio’ . La colonna sonora è dei Mirò. Il debutto sarà il 28 Maggio 2013 al teatro San Carlo di Monza e successivamente seguiranno altri spettacoli. Oltre ai numerosi concerti in programmazione siamo impegnati nella produzione del nuovo album che uscirà nel 2014; conterrà al suo interno sia i brani più belli dei nostri live sia brani totalmente. Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima. [Intervista di: Progetto Almax]  

 

SFOGLA IL MAGAZINE

Lascia un commento