Progetto Almax

15112015

2013 Aprile - "BIG" Band - "MCR" FRANCESCO MONETI

Ciao Francesco (MODENA CITY RAMBLERS) , ti ringraziamo per la tua partecipazione su Almax  Magazine di cui siamo onorati. Il tuo percorso artistico? Io son "figlio d’ arte", mio padre suona la chitarra tuttora in una rock band di 60enni e suona anche altri strumenti quali il banjo e, per darti un'idea, in casa mia da bimbo era più facile inciampare in uno strumento che in un pallone!!!Ho cominciato a suonare violino con l idea di fare una"family band"col babbo e con mio fratello che all’ epoca si avvicinava al mandolino. L idea poi non si è concretizzata ma ho fatto tantissime altre cose. Ho cominciato come tutti con i concerti a scuola,e una delle mie prime bands son stati gli INUDIBILI assieme a Mac e Pau,che poi son diventati i NEGRITA. Poi ho formato la CASA DEL VENTO con la quale tuttora suono, son in seno ai MCR da una vita,suonato come session player in una miriade di dischi,ho registrato un pò ovunque da Cagliari a Londra, prodotto un cd della band marchigiana ROSSOPICENO. Poi son uno dei selezionatori di band per il festival AREZZO WAVE e tra le cose curiose che ho fatto è stato partecipare al Kolossal "Gangs of New York"di Martin Scorsese ed"essere in scena"con Leonardo di Caprio e Daniel Day Lewis. Il secondo giorno di riprese, già mi prendevo delle confidenze:"Hi Leo, how are you???!!!" Influenze musicali? Rock anni 70-80-90, musica etnica d ogni tipo,i musicisti di strada che suonano ovunque e che spesso mi fanno arrivare in ritardo ai miei appuntamenti perchè vengo rapito dai loro suoni. In generale mi piace tutto ciò che è suonato col cuore. Per farti un esempio,giorni fa ho partecipato con un mio progetto parallelo, i FryDa ad un minifestival di bands ad Ar. C era anche una neonata band femminile rock, certamente non impeccabile dal punto di vista tecnico, ma erano talmente grintose, sfacciate e simpatiche che mi hanno comunque entusiasmato!!! Come nascono tue sonorità? Di solito vengo affascinato da qualcosa, che può essere un nuovo suono, un nuovo strumento,un film,un video e mi metto al lavoro. Se son fuori casa e ho paura che l’idea mi sfugga può capitare che"canticchi"o solfeggi qualcosa e mi registri al telefono. Adesso è tutto più facile con gli smartphone ma anni fa mi ricordo che,per non farmi sfuggire l’ idea, capitava che chiamassi a casa facessi partire la segreteria e registrassi l idea musicale che avevo in mente! E' più importante un buon cd o tanta esibizione live? Mi piace registrare cd e,come dicevo prima, lavoro anche come "hired gun"o turnista per altri artisti, e per fortuna son nella posizione di poter rifiutare ciò che non mi piace, però prediligo l attivitàlive. Se ci pensi,ogni concerto è un atto unico ed irripetibile e il brano che suonerai stasera avrà delle sfumature diverse dal medesimo brano suonato domani ed è una delle magie della musica. Si, sicuramente prediligo il lavoro live all’ attività in studio, anche perchè la maggior parte degli studi son siti in luoghi terrificanti:zone industriali,capannoni arrugginiti. In più tutti gli studi hanno lo stesso odore,poca luce e la maggior parte dei fonici ha il sedere piatto per le lunghe ore passate davanti al pc ad editare parti di batterie"storte"e "intonare" cantanti scarsi!!! J Che valenza ha l'aspetto estetico sul palco? Per rispondere alla tua domanda, ritengo che l'estetica (se intesa come "tecnica") sia importante ed è importante che una band di professionisti non suoni come una teen band alla festa scolastica, tuttavia, ripeto, l’importante è trasmettere, coinvolgere altrimenti diventa tutto asettico e sterile.  Chi si occupa della sponsorizzazione? Con i MCR siamo da sempre legati a MESCAL che ci fa da agenzia stampa,management etc etc. Io poi collaboro anche con SARD music che è un'etichetta sarda di etno music e jazz che lavora molto bene e a maggio uscirà un cd live e dvd che ho registrato assieme all’artista ALBERTO SANNA. Inoltre il cd che ho prodotto dei giàcitati Rossopiceno, grazie all’interessamento dell’ UPR di Annibale Bartolozzi è stato distribuito in tutti i negozi e negli store digitali e con questa agenzia dovremmo organizzare dei workshop assieme. Per quanto riguarda poi sponsorizzazioni di strumenti io da anni collaboro con la GOLD MUSIC di Torino e son endorser delle corde ROTOSOUND per chitarra elettrica e violino e da qualche mese uso un ampli Tanglewood T 6 per gli strumenti acustici. Poi dal momento che nel nostro paese vi son degli ottimi liutai e costruttori di strumenti, il mio parco strumenti è molto"italiano"! La mia chitarra elettrica principale,quella di colore viola me l ha costruita un bravissimo e giovane liutaio di Lecce, Andrea capurso e il violini che ho,sia l elettrico che l acustico, li ha costruiti Roberto Carioni, che collabora con altri illustri colleghi quali Nicola Manzan (Bologna violenta). Che opinione hai a riguardo del panorama artistico musicale in Italia? Ci son delle ottime realta' che fanno un 'enorme fatica ad emergere. Ci son meno soldi in generale e si scommette molto meno, impedendo la crescita di tanti artisti che son costretti nell’ arco di pochi anni a trovarsi un lavoro"serio"e ad abbandonare i sogni. In più  se ci presti attenzione,i programmi dei locali e dei festival e' in pratica lo stesso programma un po' mescolato! Le band che suonano son sempre le stesse da 20 anni, c'è una gran pigrizia da parte di chi deve proporre la musica sia,devo dire, da parte di chi ne fruisce. Come mai viene dato così poco spazio agli esordienti?  Come dicevo prima, paura di non rientrare nei costi,pigrizia, scarsa attenzione e non ultimo,la congiuntura economica attuale disastrosa che non permette investimenti. Tutto ciò , fa si che questo circolo vizioso che non porterà a nulla di buono si autoalimenti e i palchi di tutt'Italia saranno pieni di ultraquarantenni (SENZA eccezione del sottoscritto) e cinquantenni che suoneranno per un pubblico che prima o poi si stancherà anche di loro. Mai fatto provini in qualche Talent show? Perchè? Mai fatti e mai ne farò,ormai son fuori target ne mi interessano. In più creano dei fenomeni effimeri, che durano il tempo di uno sbadiglio. Chi si ricorda di Denis Fantina, il primo vincitore di"Amici"??? E gli Aram Quartet, i primi vincitori dell X factor italiano? Son a fare qualche vendemmia??? E le tipe con le orecchie finte stile Dr.Spock di Star Trek che sembravano dovessero spaccare il mondo dove sono finite? Per un Marco Mengoni, evidentemente talentuoso, questi altri che fine fanno???  Rapporto con i fan? Buono, son molto attivo su facebook anche perchè essen do fuori casa praticamente sempre mi tengo in contatto con amici parenti e fans attraverso questo mezzo. Mi capita spesso di informare fans su orari e poste devo dire che la maggior parte della gente che segue i MCR e casa del vento è gente educata e rispettosa. Più soddisfazioni o più delusioni inseguendo la musica? Bella domanda. Dal punto di vista della carriera farei bene a non lamentarmi, faccio quello che voglio da tantissimi anni, ho viaggiato tanto,guadagnato bene, avverto tanto stima nei miei confronti e spesso mi capita di leggere o sentire dei commenti su di me sinceramente esagerati, dal momento che non mi sento assolutamente all'altezza delle cose che mi sento dire! Indi, dal punto di vista professionale sarei un pazzo se mi lamentassi! Dal punto di vista dell’ esperienze umane, ci sarebbe molto da dire. E' un ambiente strano questo, dove le amicizie son perlopiù alleanze variabili, vedi gente che si è detestata per degli anni che per interessi in primis economici, in un attimo tornano"amiconi" per poi allontanarsi di nuovo. Gente che ti chiama al telefono tremila volte al giorno per farti accettare un lavoro e che poi sparisce senza pagarti,amicizie tradite,comportamenti ondivaghi e tutto un campionario di comportamenti disturbati che credevo possibili solo nelle fiction televisive!!! No,non è il mio ambiente,decisamente. Son un gentleman di campagna toscana cresciuto a carne rossa!!! Credi nella Discografia Italiana? La discografia Italiana e mondiale, intesa come business e vendita di dischi è morta e sepolta da anni ormai. Anzi ormai siam al profanamento del cadavere,se si mi si passa questa lugubre metafora. Sogni nel cassetto? serenità a tonnellate e passare più tempo con le persone care e "vere" della mia vita. Progetti futuri ed aspettative? Riconquistare la mia fidanzata storica!!! Ce la farò J Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima. [Intervista di: Progetto Almax]  

SFOGLA IL MAGAZINE

Lascia un commento