Progetto Almax

15112015

2012 Novembre - Scrittore - LUCA GIOVANNI MARSALA

ALMAX MAGAZINE

Ciao Luca, ti ringraziamo per la tua partecipazione su Almax Magazine di cui siamo onorati. Come ti sei avvicinato alla scrittura? Non mi sono mai avvicinato, c'ero già vicino... Scrivo da sempre, da quando ho imparato a farlo! Ci racconti un pò del Tuo percorso? Privatamente sono passato su ogni sorta di genere letterario, dal giallo all'horror, dalla fiaba alla poesia...passando pure per scritti d'utilità, saggi, studi e perfino regolamenti per giochi di società, ambientazioni per GDR, piecè teatrali, sceneggiature... di tutto!!! Editorialmente parlando sono fermo alla poesia...in attesa di muovermi verso altri orizzonti. Di cosa trattano le Tue due pubblicazioni? sperimentare. Ogni mia pubblicazione cerca di essere una raccolta di poesia che non si ferma ad una prima e semplice lettura ma che nasconde significati non percepibili nell'immediato; a ciò s'aggiunge la costruzione delle opere che mira a "evadere" dalla consuetudine della silloge poetica. Concorsi poetici? Ho partecipato ad alcuni concorsi "presi a caso" dalle liste on-line... l'ho fatto senza troppa convinzione e con "spinte" altrui. Non amo molto i concorsi perchè li vedo troppo corrotti...come la maggior parte di ciò che può portare soldi, fama o potere. Seppure in piccolo ci sono interessi sotto... e la cosa mi disgusta. Senza contare che, spesso, ho visto vincere a dei concorsi (a cui magari nemmeno partecipavo...ma amavo informarmi) "poesie" (e le virgolette sono d'obbligo) che per esse si rivolta Dante nella tomba. Qual'è l'esperienza che ti ha regalato più soddisfazione? Sentire mio nonno, "poeta di famiglia", dirmi cuore a cuore che scrivevo meglio di lui. Ti voglio bene nonno.. Sassolini nella scarpa? Oh, parecchi... ma si sa, gli artisti vengono scoperti "postumi": inutile sbraitare. Credi nell'editoria Italiana? Si e no. Credo che ci sia del buono, poco, in un mare di male. Credo che tanti confondano volontariamente il promuovere cultura e il talent-scouting con la pura e semplice "caccia alla ricchezza". Ci si lucra troppo, si pubblica troppo e di tutto... si crede poco in chi scrive...e ci guadagna ci NON scrive. Un sogno nel cassetto? Il nobel? ahahah.... no, a parte gli scherzi, un sogno ce l'ho eccome: la semplicità nella vita. Una casa, una famiglia, dei bambini e lavorare facendo ciò che mi piace, magari scrivere per vivere. Semplice...ma utopico. Hai mai pensato di scrivere un romanzo? Se fosse, su cosa vertirebbe? Si, già pensato più volte e messo in cantiere...più volte! Sarà sicuramente un malloppone da millemila pagine a sfondo fantasy. Se non sarà questo probabilmente vedrete il mio nome in qualche libretto con una storia dei giorni nostri che, amaramente, critica questa realtà disfattista e disfatta. Progetti futuri? Laurearmi, sposarmi...le solite cose. E nel frattempo scrivere ancora. Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. [Intervista di: Alessia Marani – Almax

SFOGLIA IL MAGAZINE

Lascia un commento