Progetto Almax

15112015

2012 Novembre - Scrittrice - SERENA CHIACCHIARETTA

ALMAX MAGAZINE

Ciao Serena, ti ringraziamo per la tua partecipazione su Almax Magazine di cui siamo onorati. Da dove è nato il tuo nome d'arte? Come nasce il personaggio di Serena Chiacchieretta? Sappiamo che hai avuto diverse attività artistiche prima di intraprendere la carriera di scrittrice.. Vuoi raccontarci qualcosa di te? Il personaggio di Serena Chiacchiaretta, in fondo non è un personaggio nato per caso, ci sono sempre stata, rimanendo me stessa con mille sfaccettature artistiche. Ho sempre amato ballare, creare, cambiare, cabaret. Ho lavorato per 15 anni nel mondo dello spettacolo come show girl e ballerina, partecipato a sfilate, manifestazioni e concorsi di bellezza di cui ne ho vinti diversi, portando con me un bellissimo ricordo. Ho partecipato in due cortometraggi come protagonista, uno con la regista Susanna Nicchiarelli e anche nel film il mio nome era rimasto Serena. Sono sempre stata estrosa, ho presentato diverse serate in locali, feste piazze. Sono una ballerina di danza del ventre per via anche delle mie origini in parte arabe materne, mantenendo quel calore siciliano trasmesso da mio nonno materno. Per tutto il resto resto e sono un abruzzese verace. Riesci a non aver timore di animali che terrorizzerebbero molti di noi.. i serpenti.. da chi hai appreso la tecnica per gestire questo tipo di rettile? I rettili sono una mia passione fin da ragazzina, infatti tra boidi , costrittori e serpenti e iguane ne ho avuti a decine. Nessuno mi ha insegnato nessuna tecnica, è un dono. Uno dei miei doni naturali è quello di saper comunicare pià con gli animali che con le persone. Hai ballato con Corona e fatto diversi provini negli Usa per personaggi di alto rilievo come Prince. Cosa si prova in questi momenti e Che differenze trovi fra i provini esteri e quelli italiani? Nessuna differenza. Ho lavorato con molti personaggi famosi, nessuno di loro si è mai ricordato di farmi un saluto o un minimo accenno alla mia persona, non vedo perchè adesso dovrei farlo io. Per me l 'arte è qualcosa che si ha dentro e cambia continuamente. Nei provini non trovo nessuna diversità, esteri o italiani sono tutti uguali. Si dice che il panorama artistico Italiano stia morendo, a cosa ne attribuiresti la colpa? Devo essere sincera e diretta, l'arte italiana sta morendo perchè non si da più valore all'arte e alle capacità individuali dell'essere, ma è diventata una sorta di fenomeno da baraccone per straniere rifatte e di gomma che dentro la testa hanno solo silicone. Cosa ne pensi dei libri che diventano Film? Penso che i libri che diventano film sia il massimo della bellezza. Spero che anche i miei un giorno possano diventare film. Chissà che in futuro non mi cimenti anche come regista e produttore. In che modo è cambiata la tua vita dai periodi delle discoteche ai periodi più rilassati della sana scrittura? Hai avuto solo sostegni ed aiuti dalla famiglia e dagli amici o hai qualche sassolino nella scarpa che ti piacerebbe togliere? Gli aiuti che ho avuto da amici, conoscenti, animali e natura in realtà provenivano da Dio. Tutto ciò che è vita e che mi è stato messo accanto sono strumenti che usa Dio per arrivare al mio cuore. Sino ad ora hai all'attivo 3 libri. Puoi descriverci brevemente i contenuti in tal modo da incuriosire il pubblico lettore? I miei libri sono nati per volontà divina, e non è detto che per tutto il resto della mia vita farò libri. Mi conosco molto bene, facilmente cambio idea e mi butto su qualcos altro. Questi libri parlano del mio incontro e impatto con Dio e di come la mia vita grazie a lui sia migliorata, con la speranza che quello che è accaduto a me possa accadere a tutte quelle persone che vogliono provare questa potenza e diversità nella loro vita. Hai un rapporto religioso molto importante. Come vivi questa esperienza con il Signore e cosa ti ha avvicinato così fortemente a lui, in un periodo dove ormai non si crede più in nulla? Dio è l 'arte che è dentro di me, la mia vita, i miei amici, tutto e vivo questo rapporto con Lui pienamente felice e consapevole, mi sento una Regina sul palmo della sua mano e ho imparato a guardare il mondo e le persone dall'alto... e il panorama diventa completamente ampio e diverso. Se avessi una macchina del tempo in quale periodo della tua vita ritorneresti? Se avessi una macchina del tempo, mi piacerebbe tornare alla mia infanzia e rimanere per sempre bambina. Progetti futuri? Progetti futuri sono tanti, compiere almeno un paio di romanzi importanti, scrivere una sceneggiatura di un film e fare la comica conservando la spiritualità ,una comicità spirituale in realtà sarei la prima a fare un discorso del genere. E' importante avvicinarsi a Dio ridendo. Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima. Il mio saluto è questo: Almax Magazine è l 'arte nell'arte, dove la sincerità si sposa con la fantasia! yeah! [Intervista di: Alessia Marani – Almax]

SFOGLA IL MAGAZINE

Lascia un commento