Progetto Almax

15112015

2012 Dicembre - Poetessa - GIUSI FALLERONI

Ciao Giusi, ti ringraziamo per la tua partecipazione su Almax Magazine di cui siamo onorati. In che periodo ed in che modo ti sei avvicinata alla scrittura? Ci racconti il tuo percorso? La scrittura è stata sempre parte integrante della mia vita, sin da piccola buttavo su carta qualsiasi cosa mi passasse in testa. La poesia in realtà si affacciò alla mia vita verso i quattordici anni, ma ridevo di me e di quello che scrivevo trovavo troppo romantico poetare però mi emozionava, un contrasto che non riuscivo a capire, so solo che dovevo, quindi scrivevo poesie senza confessare ad alcuno che in me c'erano emozioni dolcissime, che al tempo definivo patetiche. Poi con il tempo mi arresi alla vita e smisi di scrivere. Non avevo tempo, avevo ben altro da fare, tipo uscire divertirmi. Iniziai a scrivere di nuovo verso i miei venticinque anni poesie e non solo, avevo una vita movimentata, traslocavo spesso per lavoro, e per conoscere il mondo almeno quello che riuscivo a conquistarmi giorno per giorno. Ero curiosa, e non mi fermavo mai troppo tempo in un posto,ciò permise di arricchire il mio animoUn mio amico qualche anno fa trovo per caso una mia poesia, a dire il vero erano circa tre anni che non scrivevo più nulla,ritornando a casa dopo una giornata passata in tribunale con il mio ex marito si riaccese la scintilla, e scrissi XX (femmina). Lui la trovò in giro per casa questa poesia e la iscrisse ad un concorso, venne pubblicata da Albatros, un concorso online niente di che, così tutto iniziò. Come nasce una tua poesia. Da dove trai ispirazione? Le mie poesie nascono dalle mie emozioni, prendo spunto dalla vita da ciò che mi accade da quello che vedo intorno a me o da quello che leggo se mi tocca in modo particolare. Di solito se mi interessa qualcosa e ne voglio parlare mi informo, posso anche leggere giorni e giorni, poi attendo. E' la poesia che bussa, io non faccio altro che aprirle la porta. Come definiresti il tuo stile poetico? Il mio stile poetico è vario dipende molto dal mio stato d'animo, oscillo tra l'avanguardia ed il contemporaneo. Credi nell'editoria Italiana? Ci sono alcuni impostori e molti editori. Sogni nel cassetto? Non si può chiedere ad un poeta se ha dei sogni! Ho tanti cassetti stracolmi. Quali sono generalmente le tue letture? Amo leggere di tutto, ma prediligo i classici ed i filosofi. Hai una poesia alla quale sei legato in particolar modo? Perché? In genere ogni poesia che scrivo, dopo tre giorni non mi piace più, sono legata ad XX (femmina) forse perché è stata determinante il mio nuovo inizio. Hai partecipato a qualche concorso? Come Ti sei trovata? Ho partecipato a qualche concorso con L'A.U.P.I. e Aletti editore ogni volta sono stata selezionata ed inserita nelle loro antologie in occasione dei premi. Faccio parte dell'Agenda dei Poeti Italiani 2012 e 2013 Aletti Editore Antologia "Verrà il mattino e avrà un tuo verso VIII edizione" con la poesia "Ad uno sconosciuto" Aletti editore Habere Hartem 2009 con la poesia "Spirito libero" Premio Internazionale A.U.P.I. Diploma con Medaglia Aurea con la poesia "Rinascita"VI premio Villa Bernocchi Diploma e targa con medaglia Aurea con la poesia "Errante"Faccio parte dell'Agenda dei Poeti Italiani 2012 con la poesia "Cercavo" Agenda Poeti d'Italia 2013 con la poesia "Ignobili" Sono stata inserita anche nel Cantalibro di Alessia Marani con molti altri artisti di vario genere (grazie Ale) per Progetto Almax.  con la poesia "Farfalle stropicciate". Hai altre passioni artistiche oltre alla scrittura? Amo ogni forma d'arte, specialmente la pittura, ma scrivo solamente. Progetti futuri? Per ora scrivo, è quello che più mi interessa, poi, chi vivrà vedrà chissà! Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima. Grazie. [Intervista di: Alessia Marani – Almax]

SFOGLA IL MAGAZINE

Lascia un commento