Progetto Almax

15112015

2012 Dicembre - Poeta&Scrittore - ALCIDE MONTANARI

Ciao Alcide, ti ringraziamo per  la  tua partecipazione su Almax Magazine di cui siamo onorati. Come ti sei avvicinato alla scrittura? Sono nato e cresciuto in una famiglia dove si leggeva molto. Ho iniziato a scrivere spronato dai miei due fratelli all'età di 13 anni. Il tuo percorso? Dai 13 anni fino ai 17 ho scritto poesia e narrativa. A 17 anni ho iniziato a collaborare con la prima serie di “Nosside”, una rivista letteraria, successivamente con "Il Vittorioso”, pubblicazione per ragazzi, un caposaldo di quel settore sul quale scrivevano anche grandi firme. L'anno dopo iniziai a scrivere per il quindicinale "Oltre il cielo”, quindicinale di narrativa e di scienze spaziali. Seguirono poi vari quotidiani: "Paese Sera”, "L'Unità“ e il settimanale “Vie Nuove“. Ho lavorato per alcuni anni per le Edizioni Paoline, l'Università Urbaniana, la Biblioteca Nazionale, gli Editori Riuniti, le edizioni Mediterranee, la Newton Compton e altri editori elencati nelle mie note su FB. Ho frequentato per due anni il Centro Sperimentale di Cinematografia con specializzazione in sceneggiatura. Faccio revisioni di testi per una grande casa editrice romana. Di cosa trattano le tue due pubblicazioni? Le mie pubblicazioni trattano prevalentemente di poesia, narrativa e saggistica. Nel 1975 esce il mio primo libro di poesie "Il cielo sotto”, seguiranno negli anni successivi altri tre libri di poesie: "I ricordi di domani”, "Nuda è la terra”, "Nomade attento è il desiderio”. Tutte e quattro le raccolte verranno riunite in un solo volume nel 2000 con il semplice titolo A. Montanari - Tutte le poesie 1975-2000. Nel 1984 esce il mio primo romanzo "Il nome delle cose” e successivamente "Fuga nel sogno” raccolta di 20 lunghi racconti. Nel 1988 il secondo romanzo "Indizi dal passato” e l'anno successivo il saggio "Storia dell'antico Egitto” in due volumi. Cosa pensi dei concorsi poetici? Ecco la nota dolente: i concorsi poetici!... Non credo nel modo più assoluto nell'utilità dei suddetti concorsi! Non ne ho mai fatti e mai ne farò!... Li trovo assolutamente inutili, ottimi solo per farsi dire bravo da parenti e amici poiché tali cosiddetti libri hanno il più delle volte l'assurda tiratura di sole 100 copie, una parte della quale, quasi sempre, deve essere acquistata dall’autore! Il numero di pagine va dalle 72 alle 100 pagine. Tutto questo non permette una seria diffusione. Credi nell'editoria Italiana? Il discorso è semplice: ci sono le grandi firme che il più delle volte pubblicazione buoni libri, ma se una di queste sforna una sciocchezza,il che qualche volta accade,essendo una firma lo si stampa lo stesso perché fa vendere, ed è questo che interessa l’editore. Per accedere poi alle grandi case editrici, necessita una di queste due cose: fortuna o appoggi importanti. Ci sono poi i piccoli e i microeditori, tipo quelli del web, che più che editori sono tipografi che avendo i giusti macchinari, si sono dati all'editoria senza carne niente! Lo dimostrano il più delle volte l'impaginazione dei testi, il corpo e l'interlinea delle pagine! Inoltre appare evidente che questi pseudoeditori non ne masticano niente di editoria, lo si vede dal fatto che numerano perfino i frontespizi e le pagine bianche. Naturalmente parlo per cognizione di causa essendo nell'editoria da ben 42 anni e avendo sempre lavorato tra redazioni e case editrici. L’esperienza che ti ha regalato più soddisfazione? Fino ad oggi la pubblicazione del mio saggio sull'antico Egitto, ma spero che la migliore di tutte debba ancora arrivare. Sto lavorando su altri romanzi e saggi. Qualche sassolino nella scarpa? Credo di non averne perché ho sempre avuto il difetto di dire ciò che penso in faccia. Un sogno nel cassetto? Il mio sogno nel cassetto è la speranza di portare a termine i libri che ho iniziato. Progetti futuri? Altri hobby? Per i progetti futuri ho già risposto. Il mio hobby è la pittura. Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima. [Intervista di: Alessia Marani – Almax]

SFOGLA IL MAGAZINE

Lascia un commento