Progetto Almax

15112015

2013 Gennaio - Scrittrice - ALEXIA BIANCHINI

Ciao Alexia, ti ringraziamo per la tua partecipazione su Almax Magazine di cui siamo onorati. Come Ti sei avvicinata alla scrittura? Era un bisogno ossessivo. Non ho potuto esimermi dal dare vita alle tante storie che spingevano nella mia testa. Ogni soffio di vento è un pretesto per fantasticare, era giunto il momento di plasmarle e dar loro la possibilità di raccontarsi. Il tuo percorso? Scrivo tutti i giorni e faccio tantissime ricerche. Mi alleno e gioco provando diversi generi e partecipando a diversi concorsi. Ho scritto una decina di romanzi, ma ho iniziato a pubblicare dal terzo. Pubblico sia cartaceo che e-book, ma sempre free, senza contributo. Adoro scrivere racconti e gestire antologie con molti autori. Ne sono state pubblicate due e ce ne sono ben quattro in lavorazione. Di cosa tratta la tua ultima pubblicazione? “Io vedo dentro te”, pubblicato da Ciesse Edizioni, è un romanzo di contaminazione, un Mainstream di stampo fantascientifico perché rientra nel genere distopico. Cosa succederebbe se ci fossero persone in grado di guardare attraverso i ricordi delle persone? E se il sistema sfruttasse questa loro peculiarità per trasformare tutto il sistema giudiziario? Il protagonista è uno xerosi, un predestinato. È solo un ragazzo e ha molti dubbi su come viene gestita la giustizia. In una Milano futuristica, ma ancora troppo vicina a noi, ho ambientato questo fanta-thriller, cercando di dar vita a un romanzo d’avventura in grado di suscitare domande al lettore. Come nasce un Tuo scritto? Da dove trai gli spunti? Ho molta fantasia, basta davvero poco a darmi il via. Parte tutto dal dramma, dall’emozione, poi la storia prende forma.Cosa ne pensi dei concorsi editoriali? Se non sono a pagamento sono un’ottima palestra per migliorare lo stile. Una soddisfazione? Tante. Di sicuro le cose cambiano quando sono gli editori a chiamarti per chiederti di scrivere un racconto. Il fine dello scrittore è farsi leggere e quando persone che non conosci ti scrivono perché sono rimaste entusiaste del tuo romanzo mi sento ripagata di ogni notte passata a scrivere. Qualche sassolino nella scarpa? Nessuno. Guardo il mio operato e basta. Sogni nel cassetto? Non perdere mai di vista le priorità e veder crescere i miei figli. Credi nell'editoria Italiana? Sì, abbastanza, o comunque non voglio gettare la spugna. Non credo assolutamente negli editori a pagamento, quello no, sono solo truffatori, ma ci sono tante realtà piccole e serie, basta solo cercare e continuare a scrivere. Progetti futuri? Tanti. Diversi e-book gratuiti in uscita. Quattro antologie in lavorazione. Due romanzi horror in stesura con Daniela Barisone e un mio romanzo dark, una distopia dalle tinte molto forti.Spero di riuscire anche a riprendere i miei primi due romanzi, una saga sui draghi, e avere tempo per una revisione. Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima.   [Intervista di: Alessia Marani – Almax]

SFOGLA IL MAGAZINE

Lascia un commento