Progetto Almax

15112015

2013 Febbraio - Scrittore - PAOLO SASSAROLI

Ciao Paolo, ti ringraziamo per la tua  partecipazione su Almax  Magazine di cui siamo onorati. Come ti sei avvicinato alla scrittura? Sono nato a Senigallia e attualmente vivo tra una collinetta delle Marche. M nutro caratterialmente con il colore delle mie emozioni.Il mio iniziare a scrivere e' dovuto ad un gioco tra Amici ed e' ora una mie sue gioie piu' grandi.Vulcanico mentalmente cerco di interagire con la mia Anima. Il tuo percorso? La sua weltanschauung trascende da qualsiasi stereotipo. Nella prima fase della vita Paoletto ha tentato di eludere i canoni del conformismo e del banale. E' sempre stato pilotato da ciò in cui più credeva e crede, prerogativa subliminale ed istintiva, a volte non identificabile, ma luminoso faro negli inevitabili momenti di tenebre della vita. Potrebbe sembrare un'entità aberrante, ma rivela soltanto un inusitato approccio con la vita, idiosincratico verso le convenzioni, eccezionale, che dischiude nuovi universi verso un'eminente evoluzione. Paolo raccoglierà le proprie energie con passione e sicurezza verso il successo, verso un'inusitata forma mentis, dando fondo alla propria ars inveniendi ed al proprio daimónion. Il Nostro sta terminando una fase esistenziale e ne sta iniziando una nuova. Si ritrova al cospetto di sé stesso. Il suo grande magistero introspettivo gli rivelerà il senso del passato e gli richiederà una disamina approfondita, onesta e sincera. Lontano da qualsiasi menzogna, Paolo metterà in discussione pensieri, emozioni, sentimenti. Cercherà la verità in sé stesso e la troverà. Sarà l'incipit di una vita nuova, ancor più incontaminata, cristallina e pregna di aspettative. Paolo riuscirà a creare un ponte tra il suo microcosmo ed il macrocosmo del tutto. Vale a dire che attingerà una grande omeostasi con il mondo esteriore, il che si tradurrà in incontrovertibile maturità personale. Paolo raggiungerà traguardi eccezionali, in virtù di una metafisica armonia con il creato. Di cosa trattano le tue  pubblicazioni? Quando viviamo e siamo ancora nella vita attiva, lo scambio con altre persone è automatico, non c’è bisogno di fare grandi sforzi. Col passare degli anni, la rete di relazioni comincia a indebolirsi nuove vite... i nostri genitori muoiono, e, poco a poco, anche i nostri amici. Quando si cresce vi è il pericolo che questa rete relazionale diventi sempre più sottile fino a scomparire. La scrittura come forma di espressione mantiene i contatti con il prossimo...con le nostre proiezioni. Ringrazio di vero cuore Rupe Mutevole per avermi dato questa possibilità...i miei pensieri sono schizzi dell'Anima... il mio e' un esternare emotivo è intrapreso e dedicato a uno studio interiore. Vivere dentro e vivere fuori l’alternatività, intesa come raggiungimento del nostro io interiore, ci aiuta a capirci avvicinandoci al nostro Essere. Come nasce un tuo scritto? Da dove trai gli spunti? Gli spunti vengono dalle mie sensazioni.. dal mio essere... dal mio interagire con il prossimo. Cosa ne pensi dei concorsi editoriali? Sono contrario a concorsi letterari, sono contrario per indole alle competizioni. Se ho la possibilità cerco di pubblicare. Una soddisfazione? La mia più grande soddisfazione e' appunto esternare me, la gioia di scrivere,la semplicità... Qualche sassolino nella scarpa? Devolvere per un anno i diritti d'autore... in un mondo dove tutto e' un valore economico ho cercato di far sentire la mia voce - vedi libro : L'Idea Perversa...i diritti d'autore verranno devoluti alla associazione airc. Sogni nel cassetto? Il mio sogno e' quello di avere sempre un mondo in cui credere.Credi nell'editoria Italiana? ...Spero nel rispetto delle parti...nel rispetto della creativita' Nonostante la crisi, l’incertezza, i tagli: la piccola editoria resiste. Progetti futuri? Vorrei tradurre i miei libri in tutte le lingue... Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima. [Intervista di: Alessia Marani – Almax]  

SFOGLA IL MAGAZINE  

Lascia un commento