Progetto Almax

15112015

2013 Agosto - Regista&Attore - GIANNI MOI

Ciao Gianni, ti ringraziamo per la tua partecipazione su Almax  Magazine di cui siamo onorati. Percorso artistico? Io scrivo da quando ho imparato a scrivere ma avendo una madre attrice, ora ha 99 anni ma ha recitato sino a 84, non potevo non amare il teatro. Ho fatto teatro attivo sin dall'età di 17 anni. Per una 15 di anni ho frequentato innumerevoli scuole di perfezionamento mi sono laureato in lettere presso l'università di Cà Foscari e facevo parte della sua compagnia stabile. Quali sono le icone di riferimento? Le tue Influenze artistiche? Non ho mai avuto riferimenti o risentito di influenze particolari se non le mie idee ovviamente condite da tutto ciò che circola in ogni momento nell'aria della cultura, teatrale e non. Più soddisfazioni o più delusioni inseguendo l'arte? Ho fatto molto teatro sperimentale e sono stato interprete Beckettiano. Ma ho fatto tanto Goldoni, Pirandello, Ruzante etc. Sono regista e attore come sai. Attualmente? Attualmente interpreto un pirandello dal Titolo "la stazione dei destini sospesi" che accoglie vari testi di questo autore tra i quali l'uomo dal fiore in bocca che è il pezzo che conclude lo spettacolo e che interpreto io.Di questo spettacolo, che si avvale delle musiche di mio Figlio Michele Moi, musiche che sono una vera e propria drammaturgia suplettiva che contrappuntano e stigmatizzano il senso dell'azione cosa che avvicina ciò che avviene ad 1/2 al genere cinematografico.  Che opinione hai a riguardo del panorama artistico in Italia?  Il teatro italiano credo che, come l'italia, non stia andando da nessuna parte e sia un corpo congelato in contenuti e suggestioni ma è un periodo che spero passerà. Come mai viene dato così poco spazio agli esordienti?Penso che uno dei delitti di questa società sia proprio quello di dare poco o nessuno spazio ai giovani in generale: colpa che condanna a morte certa qualsiasi tecnica od arte.Difficoltà di una produzione?La difficoltà del produrre deriva essenzialmente dalla difficoltà di reperire i fondi necessari. Progetti futuri ed aspettative? Il mio futuro non so cosa mi riservi, navigo a vista, ma spero che per i giovani, compreso mio figlio Michele, riserbi qualcosa di positivo.  Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima.Buonagiornata.  [Intervista di: Alessia Marani – Almax]  

SFOGLA IL MAGAZINE

Lascia un commento