Progetto Almax

15112015

2013 Giugno - "BIG" Regista - VINCENZO SALEMME

Almax Magazine

“Attore, commediografo, regista e sceneggiatore, questo è Vincenzo Salemme, un'artista di orgini partenopee nato a Bacoli il 24 luglio del 57 ed apprezzato in tutta Italia, per la sua comicità ed ironia. Tantissimi i suoi lavori da “L'amico del cuore” a “Amore a prima vista”, da “Cose da pazzi” a “sms-sotto mentite spoglie”... elencarli tutti sarebbe quasi impossibile, ma chi non lo conosce, chi non conosce i suoi capolavori, chi non ha riso a crepapelle per le sue battute, chi non si è commosso davanti alla sua recitazione impeccabile che riesce ad essere ironica ma allo stesso tempo carica di significato anche malinconico allo scopo di far riflettere lo spettatore sul senso stesso delle cose e più specificamente della vita in generale. Ho avuto l'onore di incontrare Vincenzo Salemme, un uomo che ammiro da sempre, in vista della presentazione di una sua nuova e brillante commedia dal titolo “Il Diavolo Custode” al Teatro Diana. Vincenzo, con la sua disponibilità e simpatia si è subito prestato all'intervista con entusiasmo e umiltà, due componenti che purtroppo oggigiorno sono sempre più carenti in certe personalità dello spettacolo.“

Ciao Vincenzo, ti ringraziamo per la tua  partecipazione su Almax  Magazine di cui siamo onorati. Grazie mille di averci fatto l'onore di accettare questa breve intervista. Per riprendere il titolo del tuo ultimo spettacolo al teatro Diana di Napoli in scena sino al 7 aprile “Il diavolo custode” di cui sei regista e anche interprese, ti senti più angelo o più diavolo custode? Io cambio talmente tanto nella vita perchè faccio un mestiere dove sei costretto a cambiare anche se non vuoi, quindi diciamo che sono vittima di un diavolo e il diavolo che ci viene sempre a mettere la coda nella mia vita. Un tema importante all'interno della commedia “Il diavolo custode”, è la seconda possibilità. Ecco se Vincenzo Salemme avesse una seconda possibilità nella sua vita c'è qualcosa che cambierebbe? Ma io farei talmente tante vite che se fosse per me ne vorrei cinquemila, mi piacerebbe fare tutto: il musicista, il calciatore, il politico, il politico però fatto bene, dove la politica viene intesa in maniera nobile. Mi piacerebbero tante cose per cui vorrei tante vite, ma non si può e questa che c'ho me la tengo stretta, mi piace! E sì, ho fatto tanti errori, ma non cambierei perchè sono questo anche grazie agli errori che ho fatto. Tante vite, che sei riuscito a vivere attraverso l'interpretazione dei tuoi personaggi. C'è un personaggio a cui sei più legato di altri e perchè? Di quelli che ho interpretato? Ma io sono sempre me stesso, quindi i personaggi che interpreto sono me. Non c'è uno che preferisco, è tutto un percorso dove non esiste un prima e un dopo di un personaggio, ma io considero i miei personaggi come se l'uno entra nell'altro, un po' come le scatole cinesi,  quindi sono legato a tutti indistintamente. Vincenzo, tu hai lavorato sia al teatro che al cinema, ma l'attore Vincenzo Salemme secondo te riesce ad esprimere l'arte della recitazione maggiormente al cinema o al teatro? Ma mi dicono che al teatro piaccio di più, per quelli che amano il teatro, per quelli che amano il cinema, che piaccio più al cinema, a me piacciono tutte e 2 le cose, poi il pubblico deciderà. Di solito i film all'inizio quando escono gli spettatori mi dicono “mmh”, dopo invece col tempo vengono molto apprezzati. Quindi penso che faccio molto bene anche al cinema. Tu però non sei solo un attore, ma anche un regista. Come vivi questo ruolo anche in rapporto ad uno dei tuoi spettacoli più apprezzati che è Fuori Nevica? La regia teatrale per la verità io la faccio per tutti i miei spettacoli ormai da 20 anni. Io me li scrivo e me li dirigo, “me la canto e me la suono “ come diciamo noi “Fuori Nevica” è una mia commedia dove ho fatto solo la regia, ma non ho partecipato come attore, ma gli attori che vi prendono parte sono 4 attori eccezionali e colgo l'occasione per ricordare che lo spettacolo in questione tornerà al Diana di Napoli la prossima stagione. Grazie da Almax Magazine per la cortesia e la disponibilità. Con affetto e Stima. Un grazie sincero a Vincenzo Salemme che ha concluso così: “Vi invito a venire a vedermi a teatro perchè io senza di voi non sono niente!”. SITO WEB UFFICIALE: http://www.vincenzosalemme.it [Intervista di: Sonia Sodano]  

SFOGLA IL MAGAZINE

Lascia un commento