Progetto Almax

15112015

Recensione Febbraio 2013 - Musica "LEITMOTIV 13" Compilation

Almax Magazine

“LeitMotiv 13 è una compilation prodotta (2012/13) da Fuzz recording studio (Fabio Fanuzzi - Bo), a cui partecipano tredici progetti di artisti indipendenti. Sarebbe riduttivo considerarla una compilation musicale, perchè in essa convergono vari linguaggi espressi. Dal cantautorato alla sperimentazione poetica e performativa, dai suoni classici rivisitati e riproposti in chiave contemporanea, all'elettronica. Motivo conduttore, oltre la produzione curata con inventiva ed estrema perizia del suono, LeitMotiv ha la volontà di esprimere e svelare "l'oltre" in un coro di "no muzak" che cerca il suo posto nella marea dell'ovvio propria dei nostri tempi. La compilation sarà presto on line su iTunes dove la si potrà ascoltare e scaricare, in uscita il cd sarà presente inoltre in piccoli media store di Bologna o sarà possibile richiederlo alla produzione o agli stessi artisti che vi hanno partecipato di cui sotto facciamo i nomi.”

  • 1. Istantanea- Fabio Fanuzzi (Bo)
  • 2. Scia aurea - Cattivo Costume (Na)
  • 3. Dondolo - La scimmia (Roma)
  • 4. From here to eternit 2.0 - La sacra sindrome (Il Rapsodico) (Bo)
  • 5. Parole, frammenti assenti - Leonora Giabbattino, add.vox Adele Spataro (Nicosia -Enna)
  • 6. Archè - Memorie dal SottoSuono ft. Marco Sadori (Bo)
  • 7. Secondo natura - Gianluca Ricciato (Le)
  • 8. Psycho city vacuum - Karta Bianka (Bo)
  • 9. Di foglie e altro, in precipitare lento - Valentina Gaglione (Bo)
  • 10. Giostre di fuoco - L'ora dell'onironauta (Stefania Megale, Franz Paolino) (Bo)
  • 11. Giù - Rocco Pagliaro, add vox Carolina Alabrese (Bo)
  • 12. Le nouveau dieu - Giuseppe Dibenedetto (Barcellona)
  • 13. Aborti terapeutici - Francesca Del Moro “ 

Una raccolta da ascoltare... 

Può uno scrittore recensire un disco? Non mi ero mai posto questa domanda, sino a questo momento. Amo le sfide e non do mai nulla per scontato, quindi eccomi qua a scrivere pur sempre di parole, accompagnate però da una melodia…  Bando alle ciance, ecco cosa ci propone questa curiosa compilation. 

  • 1) Istantanea- Fuzz Project (Fabio Fanuzzi) (Bo)Pochi accordi di chitarra, una voce cristallina, una speranza, un sogno per il futuro. Un urlo liberatorio che è anche un augurio, una visione del futuro che vuole portare un qualcosa di nuovo nelle nostre giornate. Un sapore celtico, un ritmo incalzante che vi poterà un po’ di speranza nel cuore. Un crescendo che vi lascerà qualcosa.
  • 2) Scia Aurea - Cattivo Costume (Na)Un inizio lento e ipnotico. Una voce calda e colma di aspettative. Un ritmo che vi circonda e vi avvolge, un urlo che sa d’amore, di vittoria. Una speranza che diviene certezza, una canzone che al primo ascolto vi sembrerà di conoscere da sempre.
  • 3) Dondolo - La Scimmia (Roma)Un ritmo veloce e incalzante. Due voci che si scontrano e dialogano senza sosta, una richiesta che si perde nel tappeto di note che vi circonderà. Un’esplosione strumentale che vi coinvolgerà e vi lascerà quel pizzico di buonumore che potrà aiutarvi ad affrontare le giornate.
  • 4) From Here To Eternit 2.0 - La Sacra Sindrome (Il Rapsodico) (Bo)Un’escursione nel rock elettronico, tra i Kraftwerk e i Rockets, maestri e allievi.Una voce cristallina e calda allo stesso tempo, parole che vi scalfiranno l’anima e vi entreranno in testa. Un suono che vi avvolgerà e vi farà volare nello spazio, un turbo interstellare che farà comparire dinanzi ai vostri occhi un manto di stelle.
  • 5) Parole, Frammenti Assenti - Leonora Giabbattino, add.vox Adele Spataro (Nicosia - Enna)Silenzio. Quasi. Una voce che ci introduce alla melodia. Una melodia improvvisa, incessante, ripetitiva ma non stancante. Una chitarra che scherza e duella con la voce, un viaggio iniziato senza accorgersene, una seconda voce che vuole far parte del quadro. Una pausa e poi si riparte, trasportati da voci e melodia…
  • 6) Archè - Memorie Dal SottoSuono ft. Marco Sadori (Bo)Un ritmo forte, una voce improvvisa che arriva a squarciare i vostri pensieri. Una poesia, parole che si rincorrono veloci e disperate, cadenzate da un ritmo angosciante e cupo. Parole colme di speranza che vi giungeranno al cuore e alla mente, accompagnate da una melodia incalzante.
  • 7) Secondo Natura - Gianluca Ricciato (Le) Un inizio lento e ritmato. Una voce accompagnata da un sottofondo musicale che inneggia alla più grande delle meraviglie. Un tappeto sonoro trascinante e ipnotico, un intrecciarsi di suoni e parole che creeranno immagini nella vostra mente.
  • 8) Psycho City Vacuum - Karta Bianka (Bo) Una chitarra infrange il muro del silenzio. Un ritmo vintage che ci porta in luoghi lontani, un susseguirsi di note che ci fanno viaggiare senza muoverci. Suoni tribali che vi faranno sobbalzare il cuore, un vortice di note che vi lasceranno un’emozione. Quale? A voi scoprirlo…
  • 9) Di Foglie E Altro, In Precipitare Lento - Valentina Gaglione (Bo)Una caduta inesorabile. Una voce che giunge ad allietare il vostro oblio. Parole che scolpiranno la vostra mente. Un volo splendido, leggere brezze moderne che vi culleranno, lasciandovi incuranti del lento precipitare…
  • 10) Giostre Di fuoco - L'Ora Dell'Onironauta (Stefania Megale, Franz Paolino) (Bo)Una dolce nenia. Una voce calda che canta dolci parole. Gli accordi l’accompagnano lievi, senza far rumore. Un ritmo crescente che vi accarezzerà l’anima e ve la graffierà con improvvise impennate sonore.
  • 11) Giù - Rocco Pagliaro, add vox Carolina Alabrese (Bo) Un inizio dolce, una chitarra che ci prende per mano e ci porta via. Una voce suadente, un testo dolce. Una seconda voce arriva, bisbigliando… Parole che consolano, parole che vogliono dirci qualcosa… Una melodia che vi toccherà il cuore.
  • 12) Le Nouveau Dieu - Giuseppe Dibenedetto (Barcellona) Rumore. Una voce tenta di emergere dalla profondità. Una voce maschile appare sulla scena, parole appena sussurrate in francese… La melodia cresce e diventa inquietante, la voce aumenta di tono, lasciano spazio all’inquietudine… Una canzone che farà riflettere…
  • 13) Aborti Terapeutici - Francesca Del Moro Un piano che non disturba. Una poesia letta da una voce chiara e limpida. Parole dette con il cuore, un crescendo della melodia che sottolinea il dolore di ciò che è stato scritto.  Un dolore palpabile. 

Un album colmo di sentimenti e sensazioni. Melodie dolci, ritmi incalzanti, atmosfere cupe… Voci che parlano di sentimenti colorati o di cupe tristezze, parole che vi accarezzeranno o vi cospargeranno il corpo di graffi e cicatrici. 

Un disco da ascoltare con l’anima inerte, poiché verrà bersagliata da una raffica di emozioni incredibili e totalmente diverse tra loro. 

Che emozioni susciterà in voi? L’unica cosa certa è che saranno molteplici, ogni singola nota vi farà vibrare in modo diverso: sollievo disperazione, felicità… 

Tredici piccole perle che vi regaleranno momenti unici da ascoltare quando volete riflettere o anche soltanto per un po’ di compagnia. Un po’ di buona musica non guasta mai. Recensione di a Cura di Roberto Baldini 

SFOGLA IL MAGAZINE  

Lascia un commento